Consiglio regionale, Satta appena scarcerato giurerà domani in aula

Giovanni Satta mentre viene portato in caserma

L'ex sindaco di Buddusò ed esponente dell'Uds era agli arresti per traffico internazionale di droga con base in Costa Smeralda

SASSARI. Nel pomeriggio di domani 3 maggio il neoconsigliere regionale Giovanni Satta, ex sindaco di Buddusò (Olbia Tempio) ed esponente dell'Uds, arrestato di recente per traffico internazionale di droga con base in Costa Smeralda, giurerà in aula per prendere possesso del suo scranno. L'esponente dell'Uds è stato scarcerato giovedì scorso per decisione del tribunale del riesame.

Satta, entrato in Consiglio per effetto di una serie di ricorsi che hanno rivoluzionato la composizione dell'Assemblea sarda, era già stato chiamato a giurare in Aula ma il giudice aveva negato il permesso per l'uscita dal carcere di Bancali (Sassari) bloccando di fatto la presa di possesso dell'incarico. Nel frattempo, la prefettura aveva avviato l'iter per la sospensione in base alla legge Severino. Il primo provvedimento che il neoconsigliere dovrà esaminare insieme ai suoi colleghi dell'Assemblea sarda è la riforma dei servizi per il lavoro.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes