Si dovrà dire "sindaca" e "prefetta": stop al linguaggio sessista negli atti della Regione

È una delle novità contenute nella nuova legge sulla semplificazione, approvata dal consiglio regionale, promotrice la consigliera del Centro democratico Anna Maria Busia

WsStaticBoxes WsStaticBoxes