SCEGLI L'EDIZIONE
Si dovrà dire "sindaca" e "prefetta": stop al linguaggio sessista negli atti della Regione

Il Consiglio regionale sardo
È una delle novità contenute nella nuova legge sulla semplificazione, approvata dal consiglio regionale, promotrice la consigliera del Centro democratico Anna Maria Busia

12 ottobre 2016


SASSARI. «Sindaca», «consigliera», «prefetta», «assessora», «commissaria»: da ora la comunicazione istituzionale della Regione Sardegna dovrà declinare ruoli e professioni al femminile. Lo prevede, in un articolo dedicato allo sviluppo delle politiche di genere e alla revisione del linguaggio amministrativo, la legge sulla semplificazione appena approvata. E se qualcuno avrà da storcere il naso...


In evidenza

Guardia costiera
La Maddalena, gommone contro gli scogli: 16enne grave è ricoverato in Rianimazione


Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683

I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.