«Una Dinamo da sogno» la cavalcata dei Giganti

Il libro curato dal nostro giornale sui biancoblù e l’ultima, emozionante stagione  La rincorsa scudetto con il Poz e la Supercoppa, una storia esaltante che continua

SASSARI. “Una Dinamo da Sogno” è un libro da gustare dalla prima all'ultima pagina, dal primo all'ultimo canestro. Un'opera griffata La Nuova Sardegna, già in edicola da ieri, mosaico a tinte biancoblù fatto di impegno, parole, immagini che raccontano l'emozione perfetta. E una grande storia, quella della Dinamo Banco di Sardegna. Una storia partita da lontano e andata avanti, poggiata su un progetto (vincente) messo sul parquet dal presidente Stefano Sardara. Progetto che oggi ha il volto di coach Pozzecco, che lo scorsa stagione in appena quattro mesi ha scritto una delle pagine più entusiasmanti: la straordinaria rincorsa scudetto di un team quasi inarrestabile, ripartita oggi da un roster rinnovato per metà. Intanto arriva la seconda Supercoppa, epilogo di un volume che è solo l'inizio del prossimo. “Una Dinamo da Sogno” è stato presentato ieri in Club House. Al tavolo, con il direttore della Nuova Sardegna Antonio Di Rosa, il presidente della Dinamo Stefano Sardara, il direttore generale del Banco di Sardegna Giuseppe Cuccurese e i due autori del libro, i giornalisti Andrea Sini e Mario Carta. Palla a due e parola al padrone di casa: «Questo libro è un grande attestato di stima, raccolta di immagini e parole che per chi le ha vissute valgono davvero tanto» dice Sardara. Assist al main sponsor: «Spero tanto che questo sogno che dura da tanto tempo continui – afferma Cuccurese –. La Dinamo è esempio virtuoso che trasmette ottimismo, entusiasmo e voglia di credere nelle proprie potenzialità». Il direttore Antonio Di Rosa ringrazia tutti gli attori che hanno reso possibile la realizzazione di questo show su carta e spera «di dover aggiornare ancora questo volume, perché sono convinto che la Dinamo ci regalerà altre emozioni. Il libro è un messaggio per tutta Sassari, città in cui nessuno crede nelle potenzialità che ha. Alla Dinamo ognuno crede nel suo lavoro, lo fa bene e i risultati si vedono: questo modello deve valere per tutti». Andrea Sini, inviato d'Italia e d'Europa, è pronto a rimbalzo a ribadire il concetto: «Di mio ci ho messo una marea di sveglie all'alba e circa 80 aerei presi per destinazioni disparate. Faccio la posta fuori dallo spogliatoio per raccogliere interviste nei momenti positivi e in quelli difficili, è il mio lavoro che svolgo grazie a un giornale che investe sul raccontare lo sport. C'ero in occasione di tutti i trionfi biancoblù, un privilegio raccontarli». A rimorchio Mario Carta: «Sono abituato a scrivere e fare domande, non a stare dall'altra parte del tavolo. Questo libro è una bella soddisfazione per tutti. Sfogliandolo vedo i volti dei bambini, sorrido per le vignette di Gef Sanna, ottimi motivi per continuare a fare il mio lavoro». A fine incontro Di Rosa consegna a Sardara e Cuccurese le lastre utilizzate per la stampa della prima pagina della Nuova realizzata post vittoria della Supercoppa su Venezia. E il sogno della Dinamo continua.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes