La Nuova Sardegna

Deriu contro l’Ersu sulle borse di studio

SASSARI. L’assessore Andrea Biancareddu aveva garantito che tutti gli studenti idonei dell’università di Sassari avrebbero ricevuto la borsa di studio. Promessa ancora valida, ma l’Ersu non ha ancora...

04 dicembre 2019
1 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. L’assessore Andrea Biancareddu aveva garantito che tutti gli studenti idonei dell’università di Sassari avrebbero ricevuto la borsa di studio. Promessa ancora valida, ma l’Ersu non ha ancora sbloccato la situazione. E così 611 studenti che ne hanno tutti i diritti sono rimasti esclusi dalla ripartizione di quelle risorse necessarie ad affrontare l’anno accademico. A portare avanti la battaglia degli studenti ingiustamente esclusi è il consigliere Pd, Roberto Deriu, che nella passata legislatura era stato in prima linea in un’altra battaglia, quella per concedere la borsa di studio a tutti coloro che ne avevano diritto. «Negli ultimi quattro anni nessuno è rimasto senza – dice –. È inaccettabile quello che sta ora accadendo a Sassari. Troppa trascuratezza. Non ci si rende conto del grande danno che si sta facendo all’università. Senza poi dimenticare che l’Ersu ha la funzione di dare le borse di studio, se non lo fa viene meno la sua ratio». All’origine del diniego da parte dell’Ersu ci sarebbero questioni burocratiche sull’avanzo di amministrazione. «Mancata comunicazione sulle cifre esatte – dice Deriu –. Ma ci sono anche tanti esclusi, soprattutto in Giurisprudenza, sempre per ragioni burocratiche». L’assessore ha riconvocato i vertici dell’Ersu per la prossima settimana. Di certo Deriu, finché tutti i 611 studenti - nessuno escluso - non avranno quanto spetta loro, non alzerà la bandiera bianca.

In Primo Piano
Sanità

Reparti chiusi in tutta l’isola, ospedali vicini al collasso

di Giuseppe Centore
Le nostre iniziative