Pagamenti Argea, serve un’accelerata

Agricoltori e pescatori senza aiuti europei: due mozioni presentate da LeU e Fi

CAGLIARI. La situazione dell’agricoltura era già difficile, l’emergenza Covid l’ha resa critica: mai come ora i mancati pagamenti da parte di Argea si fanno sentire nelle tasche di migliaia di aziende. Se ne occupano due mozioni presentate in Consiglio regionale. Quella di Eugenio Lai e Daniele Cocco (gruppo LeU Sardigna) manifesta preoccupazione sullo stato di operatività di Argea (era stata annunciata una task force per sbrigare le decine di migliaia di pratiche inevase) e chiede al Presidente della Regione e all'assessore dell'agricoltura «quale sia ad oggi lo stato di attuazione dell’organismo pagatore regionale» riguardo alle spese finanziate dai fondi Feaga e Feasr, chiedendo che Argea sia messo subito in grado di garantire tempi certi e rapidi nelle erogazioni dei fondi agricoli dell’Ue ad allevatori e agricoltori». Forza Italia, con i consiglieri Emanuele Cera, Angelo Cocciu e Giuseppe Talanas, chiede «il pagamento di tutte le pratiche agricole arretrate finanziate con i fondi Ue del Psr e di quelle del comparto pesca finanziate sempre con fondi Ue del Feamp». Per le prime, in questa fase di emergenza legata al Covid-19, «l'invito è a procedere immediatamente al pagamento, senza l'istruttoria e a prescindere dai così detti certificati antimafia». Per la pesca si chiede di «avviare immediatamente la rimodulazione del Feamp per attivare la misura sul riconoscimento del fermo pesca già previsto con il Cura Italia, al fine di ottenere la gestione diretta dei bandi con gare regionali specifiche destinate alle acque interne».

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes