Covid in Sardegna, medici di base in rivolta

La denuncia del segretario provinciale di Sassari Desole: "Il 95 per cento dei positivi viene trattato dai medici di famiglia, il nostro lavoro si è decuplicato"

SASSARI. Solo il 5 per cento dei malati Covid finisce al pronto soccorso, l'altro 95 per cento lo trattano a distanza i medici di base cui è stata scaricata anche la gestione dei test sierologici e della «fallimentare» campagna di vaccinazione. Questo e altro spiega Antonello Desole, segretario provinciale dei medici di famiglia di Sassari, che bolla come «ingeneroso puntare il dito sulla nostra categoria, primo argine contro una pandemia che ha decuplicato il nostro lavoro».

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes