Gli e-Sport: calcio e basket seduti al Pc

Negli ultimi anni il catalogo sportivo mondiale si è ampliato in modo esponenziale; infatti agli sport tradizionali si sono aggiunti i videogiochi, che si sono rivelati una buona fonte di guadagno e...

Negli ultimi anni il catalogo sportivo mondiale si è ampliato in modo esponenziale; infatti agli sport tradizionali si sono aggiunti i videogiochi, che si sono rivelati una buona fonte di guadagno e intrattenimento. Tra le svariate possibilità di lavoro oggi esistenti ci sono anche gli e-Sport, e ne è prova il fatto che milioni di persone abbiano intrapreso la carriera di videogiocatore professionista. Esistono tantissimi tipi di giochi competitivi, organizzati in varie tipologie di tornei; tra tutti, il più importante e famoso è ESports. Lo svolgimento di questo torneo può essere al cento per cento paragonabile ad un torneo di Champions League: come nel campionato reale, anche in quello virtuale sono previste le qualificazioni, i sorteggi dei gironi, gli ottavi di finale, i quarti, le semifinali, e infine la finale. Questo percorso si conclude, per i giocatori, con un premio in denaro. Praticare gli e-Sport offre ovviamente dei vantaggi, analoghi a quelli degli sport tradizionali, come poter passare il tempo libero, distrarsi dalle preoccupazioni quotidiane, oppure permettere un buon allenamento della mente. Per alcuni aspetti gli e-Sport hanno vantaggi anche superiori agli sport tradizionali, come la possibilità di farlo direttamente da casa, la possibilità di interagire con persone di ogni parte del mondo e la conseguente necessità di comunicare in una lingua diversa dalla propria. Inoltre, questo tipo di sport permette, a differenza della gran parte degli sport tradizionali, di avere uno sbocco lavorativo per una platea molto più ampia di giocatori, senza presentare le restrizioni contrattuali che si avrebbero con gli sport che conosciamo tutti. Praticare questi tipi di sport non è però facile, come apparentemente potrebbe sembrare, perché comportala necessità di investire molto tempo e, spesso, anche molto denaro ( è necessario poter disporre di PC estremamente performanti). Inoltre, se è vero che ci sono dei vantaggi, bisogna guardare anche l’altra faccia della medaglia e valutare alcuni inconvenienti, quali il pericolo che rappresenta per il nostro corpo, la nostra mente e il nostro umore, il dover stare per ore concentrati davanti a un PC, a svolgere un’attività che spesso non ammette distrazioni. È anche vero che se il videogioco può risolvere certi problemi di distanza è anche vero che potrebbe isolare dagli amici, dai familiari e da chi ci vive intorno. Molte persone si sono affacciate a questo mondo solo di recente, a causa dell’emergenza sanitaria che dura ormai da quasi un anno. Dobbiamo dunque chiederci: vale la pena praticare questo tipo di sport? La nostra risposta è: sì, ne vale la pena, soprattutto per le persone che non hanno la possibilità, per motivi diversi di praticare gli sport tradizionali. Fermo restando che per affrontare al meglio alcuni giochi occorrono, come negli sport tradizionali, ore ed ore di“allenamento” e di esperienza.

* Fabio e Fabio studiano all’Istituto Fermi di Ozieri

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes