Riprendono gli sbarchi: soccorsi in mare 47 migranti

TEULADA. Con condizioni meteo marine ideali, riprendono gli sbarchi di migranti in fuda dall’Africa del nord sulle coste sud-occidentali dell’isola. Fra la notte di mercoledì e ieri ne sono arrivati...

TEULADA. Con condizioni meteo marine ideali, riprendono gli sbarchi di migranti in fuda dall’Africa del nord sulle coste sud-occidentali dell’isola. Fra la notte di mercoledì e ieri ne sono arrivati complessivamente 47 con differenti viaggi della speranza. Tra i disperati soccorsi dalla Capitaneria anche una donna incinta. Tutti sono stati trasferiti con mezzi privati messi a disposizione dalla Prefettura nel centro di prima accoglienza di Monastir e sottoposti alle procedure sanitarie anti Covid-19.

Il primo sbarco è avvenuto nel cuore della notte tra mercoledì e giovedì a Porto Budello, sulla costa di Teulada, dove sono arrivati su un barchino 10 algerini, seguiti a breve da altri 8. Li hanno intercettati a terra pattuglie dei Carabinieri delle stazioni di Teulada e di Giba.

Intorno a mezzogiorno di ieri un pattugliatore della Guardia di finanza ha avvistato al largo dell'isola di Vacca un altro barchino in vetroresina con 6 migranti. L’imbarcazione è stata intercettata e scortata fino al porto di Sant'Antioco. Un'altra imbarcazione è stata intercettata dal guardacoste "Casotti" del Reparto operativo navale di Cagliari delle Fiamme gialle al largo di Teulada. A bordi 11 algerini, accompagnati anche loro fino al porto di Sant'Antioco.

Nel tardo pomeriggio, infina, l'equipaggio di una motovedetta della Guardia di finanza ha avvistato in prossimità di Porto Pino un'altra imbarcazione con a bordo 12 nord africani, fra cui una donna incinta. Anche questi migranti sono stati scortati via mare nello stesso porto di quelli precedenti e affidati ai Carabinieri e agli agenti del commissariato di Polizia di Carbonia che dopo i primi accertamenti sul posto hanno provveduto a trasferirli al centro di prima accoglienza di Monastir.(l.on,)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes