Covid, vaccinazioni over 80: si comincia dal Medio Campidano

Soddisfatto il sindaco di Sanluri, polemico il primo cittadino di Villanovaforru: "L'Ats non ci ha ancora comunicato i nomi degli anziani chiamati al vaccino domenica 21 febbraio"

CAGLIARI. Sta per cominciare la vaccinazione degli ultraottantenni in Sardegna. Le somministrazioni scatteranno sabato 20 febbraio nei 28 Comuni del Medio Campidano coinvolti per due giorni nella campagna di screening «Sardi e sicuri». L'Ats - apprende l'Ansa dal sindaco di Sanluri Alberto Urpi - ha appena inviato ai sindaci gli elenchi degli over ottanta. Tra sabato 20 e domenica 21 febbraio dovrebbero essere effettuati 3.500 vaccini. Chi decide di sottoporsi dovrà prima fare il tampone. In caso di esito negativo può scegliere di vaccinarsi. Sei le strutture sanitarie attrezzate: i poliambulatori di Guspini, Sanluri, Serramanna, Lunamatrona, San Gavino e la Casa della salute di Villacidro.

«Sono contento che la Regione abbia scelto di iniziare la campagna di vaccinazione in Medio Campidano», dice Urpi. Non è altrettanto soddisfatto il sindaco di Villanovaforru Maurizio Onnis, secondo il quale «le cose sono fatte alla garibaldina». Infatti, ricorda in un post su Facebook, «l'Ats deve comunicarci (l'avrebbe dovuto fare ieri) quali ultraottantenni sono chiamati al vaccino domenica, poi noi dobbiamo chiamare gli anziani uno per uno per conoscere la disponibilità. Se dicono di sì dovranno venire in palestra e sottoporsi al tampone. In caso di esito negativo, per fare il vaccino dovranno trovare modo di spostarsi a Segariu e affrontare mezz'ora di auto e le curve». Ma, fa notare Onnis, «gli over 80 notoriamente non sono né atletici, né autonomi nelle trasferte». E ora, annuncia, «stiamo chiedendo un preventivo per avere a disposizione lo scuolabus». (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes