Covid, la campagna vaccini utilizzerà la rete Ad Adiuvandum

L'annuncio dell'assessore Nieddu: "Abbiamo chiesto alla rete che ha funzionato bene per i tamponi di darci una mano"

CAGLIARI. La campagna di vaccinazione contro il coronavirus in Sardegna utilizzerà gli hub e la rete già collaudati con l'operazione Ad Adiuvandum, il progetto che ha messo insieme Regione, ministero della Difesa, associazioni di volontariato e del sociale per eseguire test sierologici e tamponi. Partiti il 9 settembre dello scorso anno, i test hanno coinvolto finora 12 comuni del Cagliaritano riuscendo a eseguire 15mila test.

L'accordo è stato annunciato questa mattina dall'assessore della Sanità Mario Nieddu, a margine della conferenza stampa nella sede del comando Esercito Sardegna per tracciare un bilancio della campagna di screening. «Abbiamo chiesto alla rete, che tanta buona prova di sè ha dato, di darci una mano anche per la campagna vaccinale», ha spiegato l'esponente della Giunta Solinas.

Immedita la risposta:«Siamo pronti a dare il nostro supporto - ha detto Maria Antonietta Mongiu, 'anima' di Ad Adiuvandum - mettendo a disposizione l'esperienza fatta e la nostra organizzazione». L'assessore della Sanità ha poi confermato l'incontro fissato per domani 4 marzo con i medici di base per concordare il loro coinvolgimento nella campagna vaccinale.

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes