Covid, settimana durissima nell'isola: 2288 nuovi casi

Crescono i numeri in Sardegna della pandemia. Nelle terapie intensive si è passati da 21 a 41 ricoverati in 14 giorni

CAGLIARI. Sono numeri preoccupanti quelli con cui la Sardegna chiude la settimana della battaglia contro il Covid. Da lunedì 29 alla domenica di Pasqua, infatti, il numero di contagiati globali nell'isola dall'inizio della pandemia è stato di 2288, passando  da 44690 a 46978. Un incremento che fa segnare nell'arco della settimana un numero di  circa 138 positivi ogni 100mila abitanti (circa 86 la settimana scorsa). Ben lontani dal meno 50 in cui l'isola stava quando era in fascia bianca.

L'escalation della settimana, che segue comunque quella preoccupante della precedente, ha visto solo i primi due giorni con 164 e 205 nuovi casi, poi non si è mai andati sotto i 320 casi, con le punte di 444 mercoledì e di 473 di venerdì. Anche il tasso di positività registra percentuali alte, ormai allineate a quelli nazionali: negli ultimi tre giorni mai sotto il sette per cento, con il numero più alto registrato proprio nel giorno di Pasqua con 7,6 per cento con 323 casi e 4247 tamponi effettuati.

Altro dato che fa riflettere è quello dei ricoveri in terapia intensiva. Erano 21 le persone ospitate in intensiva due domeniche fa, ora sono praticamente raddoppiate passando dalle 30 di domenica scorsa alle 41 attuali. Infine il dato più triste, legato al tragico tributo dato alla pandemia. I morti in Sardegna nell'arco degli ultimi sette giorni sono stati 16, portando il totale delle vittime di covid nell'isola a 1242. (en.g.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes