Covid, la Sardegna si è svegliata in zona rossa

Niente visite, spostamenti con l'autocertificazione, coprifuoco dalle 22 alle 5

CAGLIARI. La Sardegna questa mattina 12 aprile si è svegliata in zona rossa. Un risveglio amaro per l'isola, che un mese fa era stata la prima regione d'Italia a conquistare la zona bianca. Ad inchiodarla verso due settimane di lockdown è l'ultimo valore dell'indice di contagiosità (Rt), che risulta il più alto d'Italia a 1.54. Gli altri indicatori non superano le soglie di rischio ma alcuni, come la pressione negli ospedali, si stanno avvicinando.

Da oggi dunque, entrano in vigore tutte le restrizioni previste dalla zona rossa. A scuola restano in presenza solo gli studenti dell'infanzia, delle elementari e quelli in prima media. Chiusi negozi, parrucchieri ed estetisti. Sono vietati tutti gli spostamenti, salvo che nei casi di lavoro, salute o necessità. Per compiere gli spostamenti consentiti è necessaria l'autocertificazione. Coprifuoco dalle 22 alle 5. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes