La Nuova Sardegna

La Sardegna pronta a lasciare la zona rossa

La Sardegna pronta a lasciare la zona rossa

Dati in miglioramento e validi per mitigare le restrizioni: dal 3 maggio riaprirebbero negozi, parrucchieri, barbieri ed estetisti. Possibile anche muoversi liberamente all'interno del proprio comune. Ancora solo asporto per bar e ristoranti

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





CAGLIARI. Dopo tre settimane in zona rossa la Sardegna si appresta, dal 3 maggio, a tornare in fascia arancione. Questo si desume dalle anticipazioni sulle decisioni che domani venerdì 30 aprile prenderà la Cabina di regìa. La discesa, dalla settimana scorsa, dell'indice Rt sotto l'1 , la pressione ancora diminuita nell'occupazione dei posti letto in intensiva e non intensiva e anche il calo del numero dei contagiati, sempre intorno o sotto il sette per cento il tasso di positività, sono fattori che incidono sull'abbandono della zona più restrittiva.

A dare un a prospettiva in questo senso è anche la Fondazione Gimbe che nella settimana 21-27 aprile evidenzia un miglioramento dell'indicatore relativo ai «Casi attualmente positivi per 100.000 abitanti»: 1.089 contagi con un calo del 21,8% rispetto alla rilevazione precedente (1.116 casi). Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (23%) e terapia intensiva (21%) occupati da pazienti Covid-19.

L'ultimo Rt registrato, inoltre, si attesta a 0,81. Numeri da zona gialla, dunque, per una Regione ancora in zona rossa e che da lunedì dovrebbe ritornare in arancione. Non è ancora chiaro se per altri 14 giorni o solo per una settimana. Le ordinanze del ministero della Salute hanno infatti validità per due settimane, a meno che - era scritto nell'ultima riguardante la Sardegna - gli indicatori non migliorino.

L'isola però dovrebbe lasciare il testimone di unica regione in fascia rossa alla Valle d'Aosta, in cui in questa settimana si sono registrati dei peggioramenti. Resterebbero invece arancioni tutte le altre regioni che lo erano già, e cioè Sicilia, Calabria e Basilicata. Nessuna regione attualmente in fascia gialla ha avuto peggioramenti tali da farla già retrocedere in una settimana nella zona arancione.

In zona arancione, rispetto alla rossa, ci si può nuovamente muovere liberamente all'interno del proprio comune dalle ore 5 alle ore 22, riaprono tutti i negozi che si aggiungono e le attività di parrucchiere, barbiere ed estetista. Resta invece per bar e ristoranti la possibilità di svolgere l'attività solo con l'asporto.

In Primo Piano
Tragedia in mare

Castelsardo, turista tedesco muore annegato a Lu Bagnu

di Mauro Tedde
Le nostre iniziative