Covid, ancora niente ordinanza sugli arrivi in Sardegna

Il presidente Solinas sarebbe in attesa delle valutazioni della cabina di regia del governo riunita in queste ore per decidere in quali luoghi sarà obbligatorio il Green pass ed eventualmente come dovranno cambiare i parametri di valutazione per la classificazione delle regioni

CAGLIARI. Slitta ancora in Sardegna l'ordinanza regionale per ripristinare i test negli scali portuali e aeroportuali ai passeggeri stranieri in arrivo da zone a rischio. Annunciato mercoledì 14 luglio scorso dalla vice presidente della Regione Alessandra Zedda, e poi di nuovo sabato 17 dallo stesso governatore Christian Solinas («Ripristiniamo un'intensificazione dei controlli rispetto agli arrivi dai Paesi che, in questo momento, hanno il più alto tasso di incidenza di casi dovuti alla variante Delta»), ad oggi il provvedimento non è stato ancora adottato.

Secondo quanto apprende l'Ansa, il presidente Solinas potrebbe voler attendere le risultanze della cabina di regia del Governo che servirà a stilare la lista dei luoghi dove il green pass diventerà obbligatorio, e da cui dovrebbero emergere novità sulle richieste delle Regioni di modifica dei parametri per le fasce di rischio. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes