Rubano sabbia e sassi a Cala Mariolu, multa da mille euro

Una decina di turisti sanzionati al ritorno ad Arbatax. Il personale di una navetta ha avvisato i barracelli

BAUNEI. Pensavano di potere portare via, impunemente, poco meno di un chilo e mezzo dei piccolissimi sassolini tondi, di colore bianco e rosa, misti a sabbia, da uno degli angoli più belli del Mediterraneo, come è appunto Isplugidenie (pulci di neve), più conosciuta come Cala Mariolu. Ma una decina di turisti della Penisola, grazie alla vigilanza e anche alla segnalazione del comandante della grande motonave del Nuovo Consorzio marittimo Ogliastra, con la quale avevano effettuato una gita nelle cale della costa baunese, all’attracco nel molo di levante del porto di Arbatax, hanno trovato ad attenderli i barracelli del Comune di Baunei e i militari dell’Arma. Per loro, oltre al sequestro dei sassolini prelevati da una perle della costa ogliastrina, c’è stata anche una multa salatissima: mille euro che serviranno da lezione.

Durante il viaggio di andata e di rientro alle cale, come ricordano dal Nuovo Consorzio marittimo Ogliastra (che dispone di sei grandi motonavi ed effettua diverse linee giornaliere) all’altoparlante tutti i comandanti ricordano che è vietato portare via qualunque cosa dalle spiagge in cui si attracca. E ieri, al rientro, l’equipaggio della motonave sulla quale viaggiavano i vacanzieri che hanno fatto il “prelievo” probito a Cala Mariolu, si è accorto che il gruppo di turisti aveva qualcosa di strano nascosto fra gli asciugamani e nelle sacche.


«Condanniamo l’ennesimo esecrabile episodio, che tale non è – ha detto ieri sera il sindaco baunese Salvatore Corrias (è anche consigliere regionale del Pd) – visto che si tratta appunto di una vicenda purtroppo ricorrente. È sicuramente necessario intensificare i controlli, come bene hanno fatto questa volta i nostri barracelli e i carabinieri, in modo tale da assicurare sempre una maggiore prevenzione e fare in modo che questi gravi e ricorrenti atti di vandalismo e inciviltà siano sempre meno».

Il primo cittadino di Baunei ha concluso: «Le nostre spiagge, in Ogliastra e in Sardegna, sono un grande bene prezioso. Che va tutelato, in tutti i modim e da tutti noi».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes