Premio “Tre bicchieri” a 14 vini sardi

Gambero Rosso, ci sono anche Sobi (Bentu Luna) e L’Ora Grande (La Contralta)

SASSARI. Qualche conferma, qualche ritorno e alcune piacevoli novità che premiano aziende nate da poco tra i quattordici premiati con i “Tre bicchieri 2022” della prestigiosa guida Gambero Rosso. L’isola dei vini è rappresentata in toto, così come sono diverse le varietà che hanno ottenuto il massimo riconoscimento.

Tra i big torna l’Alghero Cabernet Riserva “Marchese di Villamarina 2017” della Sella&Mosca che vanta un gran numero di “Tre biccheri”. Premiati tre Cannonau di Sardegna, il più identitario dei vini dell’isola: torna in alto il Cannonau di Sardegna 2019Antonella Corda, dell’omonima azienda di Serdiana, che aveva già vinto all’esordio qualche anno fa. Si conferma il Classico Dule 2018 dell’olianese Gabbas, con la novità rappresentata dall’azienda olbiese “La Contralta”, nata solo nel 2018, che prende il nome dalla spiaggia adiacente a uno dei due poderi a Palau (l’altra è a Enas, Loiri): ha trionfato con il L’Ora Grande 2019.

Quindi due Carignano del Sulcis: la Cantina Giba si conferma con il 6Mura Riserva 2018, quella di Santadi col Superiore Terre Brune 2017. C’è anche quest’anno il Nuracada 2019, il bovale della cantina Audarya di Serdiana, mentre rappresenta una novità assoluta il premio a Sobi 2019 della neonata Bentu Luna di Neoneli, il nuovo progetto incentrato sui vecchi vitigni della famiglia Moratti, che fa subito centro con questo rosso di Sardegna. Non può sorprendere il Turriga 2017 di Argiolas, rosso pluripremiato. Ci sono anche i Vermentino di Gallura: il Petrizza 2020 della Masone Mannu di Monti; il Superiore Maìa 2019 di Siddùra (Luogosanto) per la terza volta al top del concorso, l'unica Docg tra i Vermentini e l'unica della Sardegna; quindi il Superiore Sciala 2020 di Surrau (Arzachena), miglior bianco d’Italia al Vinitaly 2015, e abituée del Gambero Rosso. Infine due Vermentino di Sardegna: lo Stellato 2020 di Pala (Serdiana), altra conferma; e il Tuvaoes 2020 della Vinicola Cherchi di Usini: torna sulla cresta dell’onda la creazione del compianto Billia Cherchi. (a.palmas)

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes