Pioggia su tutta l’isola è ancora allerta arancione

La Protezione civile: anche oggi rischio temporali sopratutto nella costa orientale Nelle ultime 24 ore disagi per allagamenti e crolli nel Nuorese e nel Campidano

SASSARI. Non si arresta l’ondata di maltempo che ha colpito la Sardegna. Ieri ancora piogge forti su tutta l’isola, con bombe d’acqua soprattutto in Gallura, dove si sono registrati danni a Olbia, Monti e Padru, e in Baronia, dove a Siniscola si teme per l’esondazione della diga Maccheronis che cresce e si sta riversando sul rio Posada. Gli allagamenti provocati dalla bomba d'acqua che si è abbattuta nella frazione della Caletta stanno creando notevoli problemi ai piani bassi delle abitazioni e alla circolazione, con le vie trasformate in fiumi. Oggi scuole chiuse a Siniscola. Nel Nuorese, vicino a Fonni, è stata chiusa una strada per il rischio che crollasse un rudere. Ancora emergenza a Cagliari e Quartu, dove si sono registrati allagamenti, alberi caduti e cedimenti di muri. Problemi anche lungo le strade di collegamento.

Una situazione d’emergenza che si protrarrà anche nella giornata di oggi. La Protezione civile regionale, infatti, ha emesso un nuovo avviso di condizioni meteo avverse per pioggia e temporali nell’isola, valevole sino a mezzogiorno di oggi. Anche se le previsioni parlano di piogge sull’isola almeno fino a domani. A spingere la Protezione civile a prorogare l’allerta meteo è - si legge nel bollettino - il sistema ciclonico presente nel Mediterraneo «caratterizzato da minimi chiusi, sia al suolo che in quota, attualmente localizzati tra la Sardegna e l'Africa». Aria calda di origine africana, che arriva dal Canale di Sicilia, sta andando ad alimentare il sistema, mentre aria più fredda scende verso il Mediterraneo occidentale. Sulla Sardegna si prevedono precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sui settori meridionale e orientale. In particolare, su quello orientale si potranno raggiungere cumulati localmente molto elevati in 24 ore, con possibilità di temporali forti, isolati o sparsi. Insomma, in Sardegna un’altra giornata con gli occhi rivolti verso il cielo nella speranza che non si ripetano i disastri delle ultime ore.

Intanto, Cagliari prova a tornare alla normalità. Oggi riapriranno le scuole e riprenderanno le lezioni alla università. Riapriranno al pubblico anche parchi, aree verdi e cimiteri, anche se - fa sapere il Comune - potrebbero subire delle modifiche localizzate dell'ultimo minuto, di pari passo con l'evoluzione dell'allerta arancione. Ieri nella chiesa parrocchiale di Sant’Anna Arresi si sono svolti i funerali di Antonio Cinus, l’81enne che ha perso la vita domenica travolto da un’onda mentre scendeva dal suo pick up sommerso dall’acqua. Il suo corpo è stato ritrovato dopo ore a 500 metri del mezzo.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes