Pallavolista raggirato: lui si innamora della finta modella e lei gli porta via 700mila euro

Roberto Cazzaniga

Lo sportivo ha contribuito per 15 anni alle cure (inesistenti) per la "fidanzata" brasiliana che in realtà era una ragazza di Cagliari

SASSARI. Come nelle favole. Il principe azzurro è Roberto Cazzaniga, ottimo pallavolista di quasi due metri che per anni è stato tra i migliori opposti del massimo campionato italiano arrivando perfino alla nazionale. La principessa è Maya, stupenda brasiliana che vive a Cagliari e lotta da tempo contro una malattia cardiaca, al punto da chiedere aiuto al suo principe per sconfiggere i suoi disturbi. I due sono fidanzati da 15 anni. Ma, proprio come accade nelle favole, il racconto è inventato di sana pianta ad eccezione della descrizione di Roberto Cazzaniga. Eppure il pallavolista ha creduto di essere legato sentimentalmente a Maya da un lunghissimo rapporto, un tempo in cui Roberto ha regalato alla sua "fidanzata" ben 700mila euro per le sue cure, nonostante l'avesse sentita solo al telefono e non l'avesse mai incontrata. Una lunga serie di regali terminata quando Le Iene di Italia 1, convocate da amici e parenti di Roberto, hanno smascherato l'incredibile truffa che, purtroppo, aveva un 50 per cento di base in Sardegna.

Il raggiro. La bellissima Maya era in realtà Valeria Satta, cagliaritana, intestataria della carta Postepay su cui Roberto aveva versato un fiume di denaro. Valeria alias Maya era entrata in contatto telefonico con il pallavolista tramite Manuela Passero, la migliore amica di Roberto. Difficile dire se tutto sia iniziato per scherzo o se invece la truffa fosse stata pianificata. Fatto sta che Manuela ha fatto il Cupido presentando Roberto a Maya, che per evitare brutte figure ha scelto di sfruttare le foto di uno degli angeli di Victoria's Secret, la supermodella brasiliana (lei lo è davvero) Alessandra Ambrosio. Cazzaniga ci è cascato in pieno e ha iniziato il suo rapporto a distanza con Maya-Vittoria-Alessandra. Era il 2006 e dalle lunghe telefonate d'amore, dall'altra parta del cavo c'era Valeria Satta e il suo accento per nulla brasiliano, si è presto passati ai bonifici. Maya ha spiegato a Roberto i suoi problemi, arrivando anche a millantare un'operazione al cuore avvenuta proprio a Cagliari. Interventi e cure per cui Maya aveva bisogno di soldi, tanti soldi. A Roberto aveva detto di avere i conti bloccati e di non poter attingere in alcun modo alle sue finanze, peraltro cospicue. E così, pagava Roberto. Fino a chiedere prestiti a partenti e amici, indebitandosi per oltre 40mila euro.

La realtà. Chi ha fatto sport ad alto livello lo sa: lo spogliatoio è un luogo ad altissimo coefficiente di pettegolezzo. La storia di Roberto e della sua fantomatica fidanzata brasiliana è diventata subito argomento di discussione. Prima con il piglio che si riserva all'amico tontolone innamorato di una donna immaginaria. Non certo un'esclusiva di Roberto. Poi, però, le cose sono precipitate e le valanghe di soldi che il pallavolista spendeva giorno dopo giorno hanno preoccupato anche i suoi compagni che, infatti, hanno impiegato meno di un attimo per capire che le foto di Maya erano in realtà quelle di Alessandra Ambrosio. Ma Roberto non si rassegnava e si rifugiava dalla sua amica Manuela Passero, a cui aveva anche regalato un'auto utilizzata dal fidanzato carabiniere, che era anche l'unica ad aver realmente incontrato (così diceva lei) la bellissima Maya. Per scalfire le convinzioni del pallavolista è stato necessario rintracciare Valeria Satta e farle confessare il raggiro, o perlomeno una parte dato che Satta ha detto di non averlo architettato ma di averne preso parte, anche perché i soldi finivano nel suo conto. Solo dopo questo passaggio Roberto si è arreso all'evidenza e ha sporto denuncia alla Guardia di Finanza. Ora spera di rientrare in possesso dei suoi soldi. Per il tempo perso, invece, non c'è soluzione.

WsStaticBoxes

Necrologie

WsStaticBoxes