Un’esperta di Economia per guarire la sanità sarda

Annamaria Tomasella arriva in Sardegna dopo aver diretto quattro Asl venete. Era commissaria straordinaria in Molise, poi la chiamata del presidente Solinas

SASSARI. Veneta di Vazzola, paesino di 7mila abitanti in provincia di Treviso, 57 anni, laureata in Scienze politiche con il massimo dei voti e con alle spalle una lunga esperienza maturata nelle Ussl di mezzo Veneto e appena uscita da una parentesi da “sub” commissaria alla sanità in Molise, nominata dal governo Draghi in piena emergenza Covid, conclusa appena dieci mesi dopo aver ricevuto l’incarico. Annamaria Tomasella è la nuova manager dell’Ares, l’Azienda regionale della salute, nominata il 31 dicembre dopo un lungo braccio di ferro tra i partiti di maggioranza. Una piccola sorpresa di fine anno perché da giorni circolava in Regione il nome di Thomas Schael, manager altoatesino che dirige la Asl di Chieti-Lanciano-Vasto Chieti, in Abruzzo. Sino alle 23 di giovedì era lui il manager dell’Ares, poi in un’ora e mezzo le cose sono cambiate e la scelta è ricaduta su Annamaria Tomasella, pare per volere del presidente della Regione, Christian Solinas.

Annamaria Tomasella


La nuova manager. Annamaria Tomasella ha iniziato la sua strada nel mondo della sanità il 31 dicembre del 1994, giorno ricorrente nel curriculum della manager, quando ha iniziato a lavorare all’Azienda Ulss numero 7 di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso dove ha lavorato come funzionaria e come direttrice del Servizio economico finanziario. Dal primo ottobre del 2003 al 16 marzo del 2008 si spostata di pochi chilometri per approdare alla Ulss di Vicenza dove ha lavorato come direttrice del Dipartimento risorse finanziarie, sistemi informativi e di controllo. Poi ha diretto il Sistema finanziario e fiscale terminando il suo impegno a Vicenza come direttrice del dipartimento interaziendale per l’area economico-finanziaria. Tra il 2008 e il 2013 è stata direttrice amministrativa della Ulss dell’Alto Vicentino, tra il 2013 e il 2016 ha diretto la Ulss dell’Alta Padovana mentre dal primo febbraio del 2016 è ritornata a casa per ricoprire il ruolo di direttrice amministrativa della Ulss di Treviso.

L’addio del commissario. Mentre Tomesella iniziava a familiarizzare con l’idea di trasferirsi in Sardegna, è arrivato il commiato dell’ormai ex commissario straordinario Massimo Temussi: «Oggi è il mio ultimo giorno di lavoro all’Ats – ha scritto il 31 dicembre –. Il giudizio sui risultati lo lascio agli altri ma sono fiero di tutto il personale sanitario dell’azienda, che mi ha aiutato in incredibile e difficile avventura. La sanità non è fatta dai direttori, è sorretta da migliaia di professionisti che dedicano ogni energia ai pazienti, anche a costo di tanta fatica».

Le altre nomine. All'azienda ospedaliera più importante della Sardegna, il Brotzu di Cagliari, approda un'altra donna, Agnese Foddis (quota Forza Italia), che lascia così l'Azienda ospedaliera universitaria di Cagliari dove a ricoprire il ruolo di direttore generale sarà Chiara Seazzu (area Udc). Alla Asl 8 di Cagliari un'altra sorpresa: sarà guidata da Marcello Tidore, già direttore generale dell'assessorato regionale alla Sanità. Una soluzione, questa, fortemente sostenuta dal leader dell'Udc nell'Isola, Giorgio Oppi. Per l'Azienda regionale dell'Emergenza urgenza una conferma: Simonetta Cinzia Bettelini (quota Lega). Alla Asl 2 della Gallura arriva invece Marcello Acciaro, considerato uomo vicino al senatore di Psd'Az-Lega Carlo Doria: sfumata, in questo caso, l'ipotesi di una direzione generale di Paolo Tecleme. Dg della Asl 3 di Nuoro sarà invece Paolo Cannas, commissario uscente del Brotzu in quota Riformatori. Anche in questo caso si tratta di una sorpresa perché alla guida della sanità nel centro Sardegna sembrava destinato Angelo Maria Serusi (area Psd'Az), approdato invece alla dg della Asl 5 di Oristano. Antonio Lorenzo Spano resta all'Aou di Sassari. Alla dg della Asl 1 di Sassari è confermato Flavio Sensi (area FdI). Infine: a capo della Asl 4 dell'Ogliastra ci sarà Luigi Cugia, della Asl 6 del Medio Campidano Giorgio Carboni, della 7 del Sulcis Giuliana Campus (area Sardegna 20Venti).

©RIPRODUZIONE RISERVATA
 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes