Graziano Mesina: è giallo sulla pensione, l'Inps frena ma i legali incalzano

L'avvocatessa: «I nostri consulenti ci avevano detto tutto ok»

NUORO. La direzione regionale dell'Inps Sardegna precisa, in relazione a notizie di stampa, che il «ripristino in via cautelativa della pensione» a Graziano Mesina «non risulta corrispondere al vero». Secondo quando si apprende, la pratica sarebbe ancora in lavorazione. Le due avvocatesse dell'ex latitante, Beatrice Goddi e Maria Luisa Vernier, ieri avevano confermato che l'assegno sociale sarebbe stato erogato di nuovo a partire dall'1 febbraio prossimo. «Prendiamo atto dalla nota dell'Inps - commenta oggi con l'ANSA l'avvocata Goddi - che le cose non sono ancora a questo. Noi avevano avuto notizia dai consulenti che si sono occupati della pratica che la pensione era stata ripristinata, evidentemente l'iter è ancora in lavorazione». Le due legali sono determinate a proseguire la battaglia legale: oltre all'assegno chiedono anche gli arretrati non percepiti da Mesina in un anno e 7 mesi di latitanza. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes