Lotta alla povertà, quasi un sardo su dodici ha il reddito di cittadinanza

Sono 128.597 le persone aiutate dall’Inps. L’assegno medio è di 515 euro. A dicembre un leggero calo nelle richieste. 15mila i contributi di emergenza

CAGLIARI. L'Inps ha speso per il reddito e la pensione di cittadinanza quasi 8,8 miliardi nel 2021 mentre la spesa complessiva dall'introduzione della misura contro la povertà, ad aprile 2019, sfiora i 20 miliardi. Il dato è contenuto nell'Osservatorio dell'Inps sul reddito e la pensione di cittadinanza secondo il quale a dicembre 2021 erano 1,37 milioni le famiglie ad avere il beneficio per circa tre milioni di persone interessate. L'importo medio a famiglia è di 545 euro. In Sardegna l’Inps ha aiutato 59.247 famiglie, mentre i percettori di pensioni di cittadinanza sono stati 6.335. Il dato totale è di 65.582 nuclei familiari e ben 128.597 persone coinvolte con un importo medio di circa 515 euro. I dati relativi al singolo mese di dicembre sono in calo rispetto alla media annuale e raccontano di 53.303 nuclei percettori totali, con 103.024 persone coinvolte e un importo medio mensile erogato,,a livello regionale, di 513 euro (538 euro per il reddito e 284 per la pensione). Per quanto riguarda il reddito di emergenza, sono 15.136 i nuclei familiari sardi a cui è stata pagata almeno una mensilità nel 2021, con un importo medio mensile di circa 528 euro e un numero di persone coinvolte pari a 31.683.

I dati dell’Inps dicono che, a livello nazionale, resta alta la percentuale delle famiglie con un solo componente che beneficia della misura di contrasto alla povertà con il 44,74% del totale e 615.482 nuclei a fronte delle 32.365 famiglie con sei e più componenti che hanno avuto il beneficio a dicembre. Non sono ancora state introdotte, infatti, le modifiche proposte dalla Commissione sul Reddito per rivedere la scala di equivalenza che ora penalizza le famiglie più numerose e quelle con minori.

Nel corso del 2021 hanno avuto almeno una mensilità di reddito o pensione di cittadinanza 1,76 milioni di famiglie (1,59 milioni il reddito e 169mila la pensione) per quasi 3,94 milioni di persone coinvolte per un importo medio a nucleo di 546 euro. Circa 594mila famiglie hanno avuto almeno una delle prime tre mensilità del reddito di Emergenza previste dal decreto 41/2021 e 555mila hanno avuto almeno una mensilità tra quelle previste dal decreto 73/2021 per il periodo giugno-settembre. Il reddito e la pensione di cittadinanza vengono erogate prevalentemente alle famiglie del Sud con 858mila nuclei su 1,37 milioni totali (il 62,4%). Su poco più di tre milioni di individui interessati nel complesso il Sud ne conta oltre due milioni. È la Campania la regione con il numero più alto di beneficiari con 290.959 famiglie e oltre 744mila persone interessate, seguite dalla Sicilia con 254.442 famiglie e 602mila persone interessate. La sola provincia di Napoli concentra 182.737 nuclei con il reddito o la pensione di cittadinanza per 489.601 persone coinvolte.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes