La Nuova Sardegna

Brillano a Sanluri le stelle Michelin dell'isola

L'interno della cantina
L'interno della cantina

Domenica ai fornelli della Cantina Su’entu i cinque chef premiati dalla Guida 2022. I fratelli Pilloni: «Felici di ospitarli, il loro lavoro esprime il bello e il buono dell’isola»

18 marzo 2022
3 MINUTI DI LETTURA





Domenica le nuove Stelle Michelin della Sardegna brilleranno nella cornice della Cantina Su’entu per una giornata dedicata al cibo, al vino e al territorio. La “rossa” nella sua edizione 2022 ha premiato l’Isola come mai prima d’ora confermando la stella agli chef Stefano Deidda (Dal Corsaro, Cagliari) e Italo Bassi (Confusion, Porto Cervo) ai quali si sono aggiunti gli chef Salvatore Camedda (SOMU, Arzachena), Francesco Stara (Fradis Minoris, Pula) e il decano della ristorazione italiana Claudio Sadler (Gusto by Sadler, San Teodoro). La manifestazione, fortemente voluta dalla famiglia Pilloni, giunge così alla sua seconda edizione, dopo quella di novembre nella quale si erano alternati ai fornelli gli Chef Deidda e Bassi. In questo appuntamento primaverile lo spazio è dedicato alle novità della Guida 2022.

L’evento

“Le Stelle in Marmilla” nasce con l’obiettivo di festeggiare questo importante riconoscimento per la ristorazione sarda. Si comincia alle 11 col primo Show Cooking con lo chef Salvatore Camedda che dialogherà con il giornalista della Nuova Sardegna Roberto Sanna. Alle 13 nella sala degustazione e nella terrazza panoramica si terrà lo Street food Stellato a cura degli chef ospiti. Alle 15 secondo appuntamento con lo Show Cooking dello chef Claudio Sadler (nella foto) insieme al giornalista dell’Unione Sarda Ivan Paone. Alle 16 in barricaia tra le botti la degustazione “Dalla vigna alla Cantina” con l’agronomo di Su’entu Gianluca Ventroni, il giornalista Roberto Ripa e la produttrice Roberta Pilloni. Alle 17 chiude lo Show Cooking dello chef Francesco Stara che dialogherà con la giornalista Giulia Salis. Ad assistere gli chef durante la giornata gli Allievi di COI Accademia Enogastronomica, l’importante centro formativo per aspiranti chef che proprio a Baradili svolge le sue attività. Non solo Sardegna ma un ampio spazio dedicato ai produttori ospiti con “Oltre l’Isola”: dalle 14,30 la degustazione guidata delle grappe “Sorsi di Luce” della Francoli Distillatori 1875 e alle 18,00 il Viaggio nelle Langhe con i vini della Cantina Vajra presentati dalla produttrice Francesca Vajra e il sommelier del Somu Giacomo Serreli.

Ad accompagnamento della giornata la Food Hall dei produttori con i quali gli chef elaboreranno i propri piatti dai formaggi di Argiolas Formaggi, le verdure de L’orto di Eleonora, le cozze del Golfo di Oristano di Nieddittas, il riso di I Ferrari, le semole e le paste di Sardo Sole, e i mieli territoriali di Terrantiga.

I padroni di casa

I fratelli Valeria, Roberta e Nicola Pilloni, che oggi guidano l’azienda: «Da sempre crediamo nel lavoro che gli chef fanno per promuovere la cultura del cibo e del vino, siamo quindi felici di poterli ospitare in cantina e fargli raccontare la propria storia. Sarà una festa nella quale oltre al cibo e al vino vogliamo far parlare quanto di bello e buono la Sardegna esprime attraverso i prodotti agroalimentari di qualità».

L’azienda

Su’entu, fondata da Salvatore nel 2009, oggi è guidata dai figli Valeria, Roberta e Nicola Pilloni. Si estende in due corpi aziendali per un totale di 80 ettari di cui 36 vitati. La cantina produce 11 etichette tra spumanti, bianchi, rosati, rossi e un vino passito. Attualmente vengono prodotte 300 mila bottiglie ripartite per il 50% nel mercato regionale, 25% nel mercato nazionale e il 25% in quello internazionale.
 

Elezioni regionali 2024
DIRETTA

Elezioni regionali in Sardegna, lo spoglio in tempo reale: Truzzu avanti, Todde insegue. A Cagliari stanno arrivando Giuseppe Conte ed Elly Schlein – DIRETTA

Le nostre iniziative