La Nuova Sardegna

Maltempo

Temperature a picco nell’isola, in arrivo la neve a bassa quota

Temperature a picco nell’isola, in arrivo la neve a bassa quota

La Protezione civile diffonde l’allerta meteo per le giornate di oggi e di domani Imbiancata prevista entro 24 ore anche al di sotto dei 600 metri

18 gennaio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari L’isola spazzata dal libeccio e colpita nelle scorse 24 da forti temporali, con qualche allagamento e diversi disagi, si prepara all’arrivo della neve anche in bassa quota.

Già dalla scorsa notte la Sardegna è stata interessata da un forte abbassamento delle temperature, che nella giornata di oggi dovrebbero portare a nevicate anche al di sotto degli 800 metri di quota, e scenderanno sino ai 600 nella giornata di domani.

Allerta meteo La Protezione civile regionale ha emanato un bollettino di allerta valido dalle ore 12 di oggi sino alle mezzanotte di domani. Le temperature saranno in diminuzione nel corso della giornata. L’accumulo al suolo previsto sarà debole o localmente moderato. Nel bollettino si raccomanda «massima prudenza limitando gli spostamenti in auto ai soli casi indispensabili, prestando attenzione al fondo stradale. Guidare con particolare prudenza in quanto è possibile la formazione di ghiaccio sulle strade. Non utilizzare mezzi di trasporto a due ruote. Giova rammentare – si legge ancora nel bollettino della Protezione civile – che lungo la strada statale131dal Km137+900 al Km 179+500 (altopiano di Campeda), per effetto dell’Avviso,vige l’obbligo di catene a bordo o l'utilizzo di pneumatici invernali (da neve), oppure di altri mezzi antisdrucciolevoli omologati e idonei ad essere prontamente utilizzati per effetto dell’ordinanza n. 91 prot. n. CCA-0047173-P del 6 dicembre 2012». Si prevedono inoltre alcune criticità per rischio idraulico e idrogeologico sul Campidano, con codice giallo (criticità ordinaria) invece per Montevecchio Pischinappiu, Tirso e Logudoro.

I disagi di ieri Allagamenti, disagi, alberi crollati e strade interrotte. Come previsto, il maltempo che si sta abbattendo sulla Sardegna ha già iniziato a provocare danni anche a causa delle fortissime raffiche di vento proveniente da ovest che hanno superato i 50 chilometri all’ora. Niente neve per il momento neanche sul Gennargentu, dove però sono caduti 70 millimetri di pioggia, mentre a Fonni e Desulo, i paesi più alti dell’isola, ne sono caduti 40 ma senza provocare danni. A Nuoro i vigili del fuoco sono dovuti intervenire per un allagamento in una palestra e per alcuni cornicioni pericolanti. Interventi anche a Budoni e San Teodoro per la messa in sicurezza di strade con alberi pericolanti vicini e nell’Oristanese, dove i vigili del fuoco sono impegnati a salvare un gregge di pecore rimasto isolato per l’improvviso arrivo del maltempo. Disagi simili ma di minore entità si sono registrati un po’ ovunque. Una tempesta di vento e pioggia ha fatto crollare un grosso albero sulla statale Nuoro-Lanusei, al chilometro 12. Per fortuna, in quel momento non passavano automobilisti e si è evitata una possibile tragedia. La strada, completamente bloccata all’altezza di Mamoiada, è stata chiusa al traffico. Sono già decine le segnalazioni di disagi per il maltempo soprattutto dal centro Sardegna.

Il vero inverno Il sole sulle spiagge durante le vacanze di Natale in Sardegna sono dunque soltanto un ricordo: in pochissimo tempo il lunghissimo e tiepido autunno ha lasciato spazio al crollo delle temperature, sino all’arrivo della neve, che come detto tra oggi e domani dovrebbe cadere anche a quote di 600 metri. L’ondata di maltempo non sarà brevissima: per tutta questa settimana le basse temperature – in alcune zone le minime andranno sotto lo zero – saranno accompagnate da precipitazioni, mentre per la prossima settimana la situazione migliorerà leggermente.

In Primo Piano
L’emergenza

Ortopedie chiuse: tutti i pazienti si riversano nei pronto soccorso di Sassari e Cagliari

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative