La Nuova Sardegna

Le fonti energetiche

Gasdotto Algeria-Sardegna-Italia, c’è l’accordo fra il presidente Tebboune e la premier Meloni


	Giorgia Meloni ad Algeri
Giorgia Meloni ad Algeri

La dichiarazione congiunta per firmare l’intesa alla fine dell’incontro di Algeri

23 gennaio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Roma. Il gasdotto Algeria-Italia si farà, e passando dalla Sardegna. E’ l’esito dell’incontro di Algeri in cui è stata firmata la Dichiarazione congiunta tra la Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, e il Presidente della Repubblica Algerina Democratica e Popolare, Abdelmadjid Tebboune. La firma è arrivata nel palazzo presidenziale El Mouradia al termine del faccia a faccia tra la premier e il capo di Stato algerino e dei colloqui allargati. Essa vuole celebrare il ventesimo anniversario della firma del Trattato di Amicizia, Cooperazione e Buon Vicinato tra Italia e Algeria (27 gennaio 2003) e sottolineare l'eccellenza delle relazioni tra i due Paesi, nonché la comune volontà di rafforzarle ulteriormente, nel campo politico, economico e culturale.

«La prima missione bilaterale nel Nord Africa : ha detto Meloni _ che il nuovo governo ha inteso fare è questa in Algeria e non è un caso. Dimostra quanto l'Algeria sia per l'Italia un partner affidabile e di assoluto rilievo strategico. Questa dichiarazione congiunta - ha aggiunto Meloni - sottolinea da una parte l'eccellenza delle nostre relazioni ma dall'altra parte dice che non ci vogliamo fermare qui e che vogliamo sperimentare nuovi campi per questa collaborazione nel campo ovviamente energetico, economico, culturale e politico. L'Italia intende realizzare con l'Algeria un partenariato che possa consentire di costruire ponti tra la sponda Nord e quella Sud del Mediterraneo per contribuire alla stabilizzazione di una regione che per Italia ed Europa è fortemente strategica».

In merito al gasdotto fra Algeria e Sardegna «i tempi di realizzazione _ ha detto il presidente algerino _ dipenderanno dai tecnici, ma secondo il nostro accordo ci sarà una condotta speciale, diversa da quelle esistenti, che riguarderà gas, idrogeno, ma anche elettricità. Un progetto molto importante, che farà dell'Italia il distributore di queste energie per tutta l'Europa». 

Il progetto Galsi (Gasdotto Algeria Sardegna Italia) è una condotta sottomarina di 284 chilometri con una profondità massima di ben 2.880 metri con la condotta che partirebbe dal porto algerino di Koudiet Draouche, nel nord-est del Paese, a quello di Porto Botte, nella Sardegna sud-occidentale. Quindi una condotta sotterranea sino a Olbia, attraversando tutta la Sardegna. Infine, da Olbia un altro gasdotto  fino a Piombino, da cui partirebbe il collegamento con la rete italiana.

In Primo Piano
Meteo

Nubifragi e grandinate: dal Sassarese alle Baronie il maltempo colpisce il nord Sardegna

Le nostre iniziative