La Nuova Sardegna

Il dossier

Nautica: in Sardegna il 36 per cento delle imprese è artigiana

Nautica: in Sardegna il 36 per cento delle imprese è artigiana

I dati della filiera elaborati da Confartigianato Sardegna

11 agosto 2023
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Costruiscono imbarcazioni, le riparano, le manutengono, le rinnovano, le custodiscono, le abbelliscono, le puliscono e le propongono a noleggio. Inoltre, per loro realizzano accessori e strumenti di navigazione, offrendo servizi e mettendo a disposizione per il settore migliaia di figure professionali d’eccellenza. È questo il mondo delle imprese della nautica, una filiera di produzione e servizi per i natanti che in Sardegna è rappresentata da 918 realtà di cui una su tre (36,6%) è artigiana (336 unità). Nello specifico 129 imprese si occupano di cantieristica (produzione), di cui 73 artigiane (56,6%) mentre ben 789 attività (di cui 262 artigiane, pari al 33,3%) si occupano di servizi. Secondo il dossier dal titolo “Cluster nautica da diporto nell’Isola”, realizzato dall’ufficio studi di Confartigianato Imprese Sardegna, su dati UnionCamere-Infocamere 2023, il peso dell’artigianato del settore rilevato per l’isola è più elevato rispetto a quello medio nazionale (36,6% contro il 34,7% nazionale) la cui incidenza sul totale dell’economia regionale influisce per lo 0,72% (seconda posizione nazionale). In particolare, sono artigiane circa tre su quattro (73,5%) delle imprese che operano nei settori della costruzione di imbarcazioni da diporto e sportive e della riparazione e manutenzione di navi commerciali e imbarcazioni da diporto, incidenza superiore a quella rilevata a livello nazionale del 61,1%.

In Primo Piano
Il fatto

Europeade, vigilia di proteste: polizia e caos con i gruppi spagnoli

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative