La Nuova Sardegna

L’intervista a Radiouno

L’audio della ministra Bernini: con l’Einstein Telescope a Lula si può strappare il territorio alla criminalità organizzata

L’audio della ministra Bernini: con l’Einstein Telescope a Lula si può strappare il territorio alla criminalità organizzata

Il progetto di Sos Enattos può creare «una grande ricchezza non solamente economica». Il silenzio interrotto solo da belati e i «cieli pulitissimi»

06 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





L’Einstein Telescope potrebbe liberare Lula dalla criminalità organizzata. Questa la singolare prospettiva della ministra dell’Università Annamaria Bernini. Durante la trasmissione “Il pomeriggio di Radiouno”, condotta da Massimo Giraldi, Simona Arrigoni e Claudio De Tommasi per la regia di Alex Messina, è intervenuta ieri la ministra dell’Università, Annamaria Bernini. Rispondendo alla domanda dei conduttori: «Ci può spiegare brevemente che cos'è il progetto Einstein Telescope, che potrebbe essere fondamentale per l'università, quindi in Italia per il nostro paese, anche come immagine nel mondo?», la ministra ha risposto così:

«Sono proprio quei progetti di ricerca di cui vi parlavo. I ricercatori sono come le rondini. Seguono i progetti di ricerca. L’Einstein telescope è uno straordinario telescopio di terza generazione che capta in maniera super innovativa, super sensibile, le onde gravitazionali. Noi lo vogliamo portare, da progetto europeo, in Italia, in Sardegna, in Barbagia, in provincia di Nuoro, in un luogo che si chiama Lula, in una vecchia miniera dismessa che si chiama Sos Enattos, dove le condizioni antropiche sono ideali: grande silenzio, ad esempio qualche belato, cieli pulitissimi e soprattutto intorno a un’infrastruttura del genere si crea una grande ricchezza non solamente economica, ma anche scientifica, culturale. C’è una rigenerazione di territorio, cioè si strappa un territorio a volte complicato anche sotto il profilo della criminalità organizzata, che loro si sono presi e lo si conquista con la ricerca, con la cultura, con la tecnologia, con l’innovazione. Questo è il nostro mestiere».

In Primo Piano
Tragedia nella notte

Investe un gregge, scende dall’auto e viene travolto da un’auto pirata: muore un 62enne

Le nostre iniziative