La Nuova Sardegna

La vertenza

Sbloccati gli indennizzi ai pescatori per le servitù militari

Sbloccati gli indennizzi ai pescatori per le servitù militari

Sospiro di sollievo per le marinerie di Oristano senza reddito che non possono lavorare in tutta l’area di Capo Frasca

08 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Saranno sbloccati a breve gli indennizzi per i pescatori che operano nelle zone con servitù militari. La notizia era già stata anticipata dal ministro della Difesa Crosetto durante la visita a Cagliari con il Presidente Mattarella in occasione della festa delle Forze Armate. Ora la conferma arriva dal consigliere regionale di Forza Italia Emanuele Cera che aveva preso a cuore la vertenza. Sono stati i vertici del Ministero a comunicargli lo sblocco delle risorse.  

«Dopo due mesi in cui abbiamo espresso forte dissenso, siamo vicini al traguardo. Una rivendicazione legittima dei pescatori, che sono rimasti senza reddito per troppo tempo».

La doccia gelata per le marinerie oristanesi era arrivata al termine dell'estate, quando la tesoreria dello Stato aveva bloccato, a causa di un pignoramento, il pagamento degli indennizzi dovuti per la presenza delle servitù militari a Capo Frasca che interessano la Provincia di Oristano. «Sarà l'aeronautica militare a occuparsi dell'erogazione delle risorse. Un risultato ottenuto grazie alla pressione, anche mediatica, esercitata sul presidente della Regione e sul Governo nazionale da parte del sottoscritto, dei sindaci, delle associazioni di categoria, che ringrazio per la sinergia messa in campo - conclude Cera - Il ministro della difesa è stato di parola, dopo le sue rassicurazioni, oggi è arrivata la comunicazione ufficiale che di fatto sblocca lo stallo creatosi. Ora occorre attendere, nella speranza che si concluda definitivamente la spiacevole vicenda».

In Primo Piano
Il giallo

È di Francesca Deidda il sangue ritrovato su una roccia

Le nostre iniziative