La Nuova Sardegna

Sanità

Guardie mediche, 551 sedi vacanti: c’è carenza anche di pediatri

Guardie mediche, 551 sedi vacanti: c’è carenza anche di pediatri

Tre determine del direttore dell’assessorato tracciano la mappa delle lacune Incarichi liberi anche nel servizio di emergenza sanitaria territoriale

26 novembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Sedi vacanti un po’ in tutti i settori della sanità sarda. Della carenza di medici di medicina generale si sa da tempo. Ora l’assessorato regionale alla Sanità mette nero su bianco anche i numeri delle sedi vacanti di continuità assistenziale (le guardie mediche), degli incarichi vacanti di emergenza sanitaria territoriale e delle sedi vacanti della pediatria di libera scelta. Il direttore dell’assessorato alla Sanità ha infatti firmato tre determine che tracciano la mappa delle carenze.

Continuità assistenziale La determina che mette in evidenza le esigenze più consistenti è quella relativa alla continuità assistenziale. Si tratta degli incarichi vacanti per il 2022. La determina specifica infatti che «alla luce del ritardo nell’assegnazione degli incarichi, che sia consentita la partecipazione all’assegnazione per trasferimento per l’anno 2022 anche ai medici che hanno usufruito dell’assegnazione degli incarichi vacanti di continuità assistenziale per l’anno 2019». Il totale degli incarichi vacanti è di 551. Il deficit maggiore nell’Asl di Cagliari con 101 posti vacanti. Segue Nuoro con 93. Quindi Oristano con 85, poi Olbia con 67, Sassari con 64 e Carbonia con 58.

Pediatri di libera scelta Particolarmente pesante la situazione che si verifica quando mancano i pediatri. Non foss’altro perché il problema riguarda i bambini. Qui i numeri assoluti sono decisamente più bassi, anche se bisogna tenere conto del fatto che si tratta della terza pubblicazione per sedi che si sono liberate durante l’anno. Secondo quanto si legge nella determina le sedi vacanti sono in tutto otto. Nell’Asl di Cagliari due per Cagliari, Monserrato, Quartucciu e Selargius. Una ciascuna per Monastir, Nuraminis, Sestu, Ussana; Quartu Sant’Elena; Assemini, Decimomannu, Elmas. Nell’Asl di Nuoro una sede vacante per i Comuni di Austis, Ortueri, Ovodda, Sorgono, Teti, Tiana e Tonara e una per Aritzo, Atzara, Belvì, Desulo, Gadoni, Meana Sardo.

Nell’Asl di Oristano una sede vacande nel distretto Ales-Terralba, ambito 6, che comprende i Comuni di Albagiara, Ales, Assolo, Asuni, Baradili, Baressa, Curcuris, Genoni, Gonnosnò, Laconi, Mogorella, Morgongiori, Nureci, Pau, Ruinas, Senis, Sini, Usellus, Villa Sant’Antonio e Villa Verde. I pediatri interessati devono presentare istanza all’Ares entro 20 giorni adecorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione della determinazione sul Buras.

Emergenza sanitaria Infine gli incarichi vacanti di emergenza sanitaria territoriale 2022. Sono 32 nelle varie Asl (tranne quella di Lanusei. Due in quella di Sassari (uno nella postazione di Sassari e uno in quella di Alghero); cinque nell’Asl di Olbia (uno a Olbia e 4 a Tempio); cinque nell’Asl di Nuoro (2 a Siniscola e 3 a Sorgono); 11 nell’Asl di Oristano (3 ad Ales, 2 a Bosa, 5 a Ghilarza, uno a Oristano); uno nell’Asl di Sanluri (A San Gavino); Due nell’Asl di Carbonia (uno a Iglesias e uno a Carbonia); 6 nell’Asl di Cagliari (uno nella postazione di Sarroch, uno a Isili, 2 a Muravera e 2 a Senorbì).

Elezioni regionali 2024
Dopo il voto

Elezioni regionali, il centrodestra ancora spera nel ribaltone

Le nostre iniziative