La Nuova Sardegna

Regionali 2024

Candidature: Christian Solinas insiste sulla continuità, Fratelli d’Italia rilancia Paolo Truzzu

di Umberto Aime

	Il vertice del Centrodestra a Palazzo Tirso <em>(foto Mario Rosas)</em>
Il vertice del Centrodestra a Palazzo Tirso (foto Mario Rosas)

E’ cominciato lo scontro nel Centrodestra riunito per la scelta del candidato presidente alle elezioni del 25 febbraio

04 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Il tavolo del centrodestra è cominciato. Presenti le delegazioni di undici partiti: Psd’az, con il governatore Christian Solinas, Lega, Forza Italia, Udc, Sardegna al centro 20.Venti, Riformatori, Alleanza-Sardegna-Uds, Dc di Rotondi, Dc di Cuffaro e Idea Sardegna, presenti al tavolo anche due liste civiche vicine al governatore: Sardi al centro e Solinas presidente.

Fratelli di Italia con Antonella Zedda e Gianni Lampis: «Noi rimaniamo fermi sulle nostre posizioni, il candidato governatore che proporremo è Paolo Truzzu» . Christian Solinas: «Non ci sono le condizioni per la discontinuità». Lo scontro è appena cominciato.

Nel frattempo Alleanza Sardegna-Ups ha deciso di uscire dalla federazione Grande Centro: «Esperienza conclusa, per quanto ci riguarda».

Ugo Cappellacci, Forza italia: «La coalizione deve restare unita». Michele Pais, Lega: «Legittime tutte le rivendicazioni, ma noi ribadiamo che dobbiamo proseguire con Christian Solinas»

.

Le due liste civiche presenti al tavolo, in caso di conta decisiva potrebbero pesare, anche se per ora, a dichiararsi favorevoli e contrari alla discontinuità o continuità (che è la vera domanda), sono stati in pochi. «Siamo a metà della discussione» è la sintesi nel momento in cui è in corso la pausa pranzo dopo un’ora abbondante di vertice.

Nel frattempo è circolata l’Indiscrezione che il Psd’Az avrebbe già convocato all’inizio della settimana prossima il consiglio nazionale, all’ordine del giorno le elezioni regionali

Elezioni regionali 2024
Elezioni regionali 2024

Come si vota: ecco le regole

Le nostre iniziative