La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Verso le elezioni

Candidature, Camilla Soru: «Con mio padre Renato non ci sentiamo da ottobre»

Candidature, Camilla Soru: «Con mio padre Renato non ci sentiamo da ottobre»

La figlia dell’ex presidente della Regione candidata per il Pd a ospite alla trasmissione Rai “Un giorno da pecora”

17 gennaio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





«Io e mio padre Renato ci siamo sentiti l'ultima volta tra ottobre e novembre. Ed è stata una conversazione molto brutta»: così Camilla Soru, ospite a “Un giorno da pecora” su Rai Radio1e candidata con il Pd alle elezioni regionali del 25 febbraio. «Avrei voluto che si ritirasse ma a questo punto non ci spero più. Sono profondamente dispiaciuta, sia per lui che ha una bellissima storia alle spalle ma ora rischia di esser ricordato come colui che ci ha messo a rischio in queste regionali. E sono molto preoccupata per la mia regione, abbiamo avuto una destra orrenda in un governo che è forse il peggiore che abbiamo mai avuto. Vincere queste elezioni sarebbe stato abbastanza semplice e ora rischiamo di perderle».

Ma cosa è successo nella conversazione di ottobre tra lei e il padre Renato? «Gli ho chiesto di ritirarsi e la converszione è stata molto deludente. Ci sono momenti in cui anche le persone migliori si lasciano affascinare da personalismi ed egoismi».

Questo dissidio vi ha fatto discutere anche a livello personale? «Si, tanto. Sono profondamente dispiaciuta - ha spiegato Camilla Soru - per la prima volta nella mia vita quest'anno non abbiamo passato il Natale insieme. Pensate quanto può esser difficile per me questa campagna elettorale».

Spera ancora in un suo passo di indietro? «Confido molto nel suo lato bizzarro, è uno che ogni tanto è anche capace di alzarsi e cambiare improvvisamente idea».

Lavoro

Sassari, il Comune assume 72 persone

Le nostre iniziative