La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Verso le elezioni

Consiglio nazionale del Psd’Az, Christian Solinas: «Pronto a fare un sacrificio»

di Umberto Aime
Consiglio nazionale del Psd’Az, Christian Solinas: «Pronto a fare un sacrificio»

Il governatore uscente ha lasciato intendere di non volersi opporre ad altre candidature del centrodestra

19 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Aperta dal presidente del Psd’Az, Antonio Moro, che ha parlato di attacchi veementi verso i sardisti e i suoi più importanti rappresentanti, è stata la volta del segretario e governatore uscente Christian Solinas. Il consiglio nazionale lo ha salutato con un standing ovation durata oltre due minuti. La relazione è in corso.

Tra le frasi iniziali più significative di Solinas: «Se un prezzo deve essere pagato per portare a compimento i progetti sardisti, allora mi sento di fare un sacrificio con spirito di servizio nei confronti di ogni sardo e sardista, lascio al consiglio la libertà di assumere scelte senza che la mia persona sia di ostacolo».

Lasciando intendere di non opporsi ad altre candidature da parte del centrodestra «seppure generate da riequilibri di potere, non da motivazioni politiche», ha detto. Il consiglio nazionale sembrerebbe voler rimanere nel centrodestra, sostenendo Paolo Truzzu di Fdi, ma il dibattito è appena cominciato. Fra gli assenti i consiglieri regionali Gianni Chessa, assessore al Turismo, Nanni Lancioni, Elena Fancello e Fabio Usai. Però un blackout elettrico ha già bloccato i lavori del consiglio.

Elezioni regionali 2024
I sardi alle urne

La Sardegna va a votare: seggi aperti dalle 6,30 alle 22

Le nostre iniziative