La Nuova Sardegna

Il personaggio

Palmira Mura di Guspini è la camionista dell’anno, il riconoscimento a Piacenza

Palmira Mura di Guspini è la camionista dell’anno, il riconoscimento a Piacenza

La donna, 53 anni, madre di 4 figli, faceva l’operatrice sanitaria fino alla pandemia, poi ha finalmente realizzato il sogno che aveva sin da ragazza

08 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari L'idea di condurre un camion lungo le autostrade italiane è sempre stata un chiodo fisso per Palmira Mura, 53 anni, originaria di Guspini, nel sud della Sardegna, ma residente a Piacenza. Questo desiderio non è mai svanito nonostante il matrimonio, l'essere madre di quattro figli e un lavoro come operatrice sociosanitaria.

Un sogno che risale a quando era ragazza e per la prima volta salì a bordo di un mezzo pesante grazie al suo fidanzato di allora. Finalmente, due anni fa, il sogno di Palmira si è concretizzato. E recentemente, Palmira è stata insignita del premio Sabo Rosa per la migliore camionista-autista dell'anno, un riconoscimento conferito annualmente dal 2010 dal Roberto Nuti Group, un'azienda attiva nel settore dei ricambi per veicoli industriali. Il Sabo Rosa è un ammortizzatore dipinto di rosa, consegnato alla miglior camionista poco prima dell'8 marzo, la giornata internazionale della donna.

«Fare la camionista è sempre stato il mio sogno - racconta Palmira - Non sono riuscita a realizzarlo subito perché sono diventata madre molto giovane. Ho tre figlie e un figlio, e sono già nonna». Palmira si definisce una nonna atipica e rivela che la sua famiglia è giovane e fuori dagli schemi.

Inizialmente Palmira, che ha lasciato la Sardegna a 15 mesi ma che torna nell’isola ogni anno per andare a trovare i parenti che vivono a Simaxis, nell'Oristanese, lavorava in una Rsa dove si prendeva cura degli anziani. Tuttavia, l'arrivo della pandemia è stato un momento estremamente difficile per lei. «Ho visto la sofferenza e la morte», confessa. Questa esperienza l'ha spinta a realizzare finalmente il suo sogno. Ha ottenuto le licenze necessarie con determinazione e, il 5 agosto 2021, ha finalmente messo le mani sul volante di un camion. Pur affrontando molte sfide iniziali, ha trovato sostegno in una piccola azienda che ha creduto in lei.

Attualmente, Palmira Mura lavora per la società Riccardo Piccoli, di Piacenza, collegata al consorzio Gaap, e si occupa principalmente del trasporto da nord a sud, dall'Emilia alla Campania. Nonostante il settore sia dominato dagli uomini, Palmira si sente fortunata a essere stata accolta così bene dai suoi colleghi, anche se è l'unica donna nella flotta. 

Palmira ha accolto con emozione il premio come miglior camionista dell'anno, ma tiene i piedi per terra, riconoscendo di non essere l’unica a fare questo lavoro. Ora, vuole godersi appieno il suo successo e ha ancora tanti sogni nel cassetto. «Voglio continuare a guidare senza farmi sopraffare dall'adrenalina», afferma, consapevole dei rischi e delle sfide del suo lavoro.

Il lutto

Tragedia sulla Alghero-Bosa, ecco chi erano Riccardo Delrio e Gianluca Valleriani

Le nostre iniziative