La Nuova Sardegna

L’appello

Allarme di Adiconsum Sardegna sulla fine delle tutele graduali nel mercato dell’energia

Allarme di Adiconsum Sardegna sulla fine delle tutele graduali nel mercato dell’energia

La scadenza è fissata per il prossimo 30 giugno, ma pesa il rebus dei tempi tecnici richiesti dalle aziende

15 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Nel settore dell'energia elettrica si rischia il caos a causa dell'incognita sulla data ultima entro la quale rientrare nel mercato tutelato per godere dei vantaggi del Servizio a Tutele Graduali, data fissata da Arera al prossimo 30 giugno ma su cui pesa il rebus dei tempi tecnici richiesti dalle aziende per completare l'operazione. La denuncia arriva oggi da Consumerismo No Profit e Adiconsum Sardegna, che segnalano forti criticità per chi vorrà rientrare nel mercato tutelato e godere degli sconti del Servizio a Tutele Graduali.

«Sulla fine del mercato tutelato dell'energia si rischia il caos - denunciano Giorgio Vargiu, presidente di Adiconsum Sardegna, e Luigi Gabriele, presidente di Consumerismo No Profit - Per questo chiediamo a Governo e Arera di fornire subito risposta alle nostre domande, chiarendo i dubbi che attanagliano milioni di utenti della luce e colmando eventuali lacune normative. Rivolgiamo inoltre un appello al Parlamento, nella persona del presidente della commissione Attività produttive della Camera, Alberto Gusmeroli, affinché si intervenga al più presto per garantire i diritti dei consumatori dell'energia elettrica».

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative