La Nuova Sardegna

L’intervista in tv

Alessandra Todde: «L’Italia non è il paese della felicità che racconta la premier Giorgia Meloni»


	La presidente della Regione Alessandra Todde 
La presidente della Regione Alessandra Todde 

La presidente della Regione a Otto e mezzo: «Tante famiglie in sofferenza e giovani senza prospettiva. Abbiamo vinto le elezioni perché abbiamo ridato una speranza»

19 aprile 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Nessun Paese della felicità, ma un’Italia più povera, con tanti giovani che non se la sentono di costruire una famiglia. La presidente della Regione Sardegna, Alessandra Todde, nella trasmissione Otto e mezzo su La 7, smantella pezzo dopo pezzo la descrizione a tinte rosa fatta dalla premier Giorgia Meloni e dal suo governo. «Le famiglie sono più povere e il precariato è aumentato – dice Todde -. C'è una visione di futuro molto diversa dal passato. Questo è evidente anche dalla natalità, dal fatto che i giovani non hanno più voglia di costruire una famiglia e non hanno la capacità di scommettere sul proprio futuro. La politica che questo governo porta avanti non aiuta giovani e famiglie». 

Todde ricorda che il governo Meloni  «ha diminuito i fondi del Pnrr sugli asili, e l'elenco è lungo. Uno dei motivi per cui il campo progressista ha vinto nella mia regione è perché è riuscito a dare una visione di futuro a chi l'aveva persa. Quello che vedo non è il Paese della felicità ma in sofferenza dove le persone non riescono a scommettere sul domani dal punto di vista del lavoro e dell'economia. Non possiamo festeggiare. Continuare a dipingere il Paese delle meraviglie non aiuta. Il Paese è profondamente diverso da quello che racconta la premier». 

In Primo Piano
Baronia

Spari nella sede del consorzio di bonifica di Siniscola, il consigliere comunale Giovanni Bomboi è ricercato dai carabinieri

di Sergio Secci
Le nostre iniziative