La Nuova Sardegna

Stagione 2024

Stefano Visconti: «Ad Alghero i prezzi sono più bassi rispetto al 2023»

di Paolo Ardovino
<usng-titolo>Stefano Visconti: «Ad Alghero i prezzi sono più bassi rispetto al 2023»</usng-titolo>

«Richieste in aumento fino al 25 per cento»

04 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari Per carità, mani avanti: «Al momento del saldo non sappiamo quanto resterà effettivamente di questo incremento». Però i numeri della stagione estiva si cominciano a dare col sorriso. E sono quelli delle prenotazioni effettuate, «molto più che negli anni scorsi», con largo anticipo. Il letargo invernale-primaverile, tanti lo hanno passato sognando le cartoline della Riviera del Corallo. A confermare è Stefano Visconti, presidente Camera di commercio nord Sardegna nonché numero uno provinciale di Federalberghi. Alghero traina tutte le altre mete costiere del nord-ovest.

«Si va da un valore minimo di 7-10 punti a un valore massimo sui 22-25», queste le percentuali di aumento di prenotazioni per l’estate 2024 rispetto a quella 2023, da queste parti. Nei messaggi e nelle telefonate tra albergatori e addetti ai lavori si parla in gergo di prenotazioni year to date, quelle cioè che comprendono tutta la stagione, non solo le settimane calde di agosto ma dai primi soli fino al 30 settembre. Ebbene, «dai colloqui con i colleghi emerge un discreto dinamismo su queste prenotazioni – racconta Visconti –. I temi sono due: intanto migliori tariffe aeroportuali e navali, prezzi più vantaggiosi rispetto allo scorso anno. E poi, una migliore tariffa media anche delle strutture ricettive». Costi più contenuti. «Sì, dopo la brutta esperienza del 2023. È successo questo: venendo dal boom del 2022, l’anno scorso si è pensato di alzare l’asticella. Ora, invece, il settore si è riposizionato un gradino sotto». Strategie confermate dagli umori dei clienti, «che prenotando adesso riescono a trovare tariffe convenienti anche per il cuore dell’estate». Il primo mercato, a dispetto dei pronostici, «è italiano. Poi Francia, Spagna, Inghilterra», ma dipende dai collegamenti disponibili nei cieli e via mare.

Frenata e marcia indietro al ponte tra 25 aprile e primo maggio. Per Visconti «non è un test attendibile, specie se il primo maggio capita in mezzo alla settimana».
 

In Primo Piano
Il dossier

Top 1000, un’isola che si batte e cresce nonostante tutto

di Giovanni Bua
Le nostre iniziative