La Nuova Sardegna

La polemica

Christian Solinas sulle fughe dal Psd’Az: «Il partito rinasce dopo l’addio di chi va via per capriccio, eletto con noi senza mai essere stato sardista»

Christian Solinas sulle fughe dal Psd’Az: «Il partito rinasce dopo l’addio di chi va via per capriccio, eletto con noi senza mai essere stato sardista»

Il segretario nazionale: «La nostra compagine sopravvisse all’uscita di Emilio Lussu, non ci preoccupa chi ci lascia per andare in una allegorica Arca di Noè del Terzo Millennio»

10 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Il segretario nazionale del Psd’Az, Christian Solinas, interviene pubblicamente dopo il transito in altre compagini politiche di alcuni sardisti, azione politiche che da più parti è stata vista come uno sbriciolamento dello storico partito. «Il Partito Sardo d'Azione non scompare affatto – è l’esordio di Solinas -, semmai rinasce oggi rigenerato dopo un Congresso Nazionale che ha ristabilito la centralità degli organi statutari rispetto alle pretese baronali di alcuni eletti nelle proprie liste. Rinasce depurato da alcune scorie che hanno cercato di avvelenarne la militanza e minare i rapporti interni con una costante azione di sabotaggio. Rinasce, ancora, dimostrando la forza delle proprie idee e la sua resilienza, presentandosi con proprie liste nelle principali città della Sardegna. In oltre un secolo il nostro partito – va avanti il segretario nazionale – ha conosciuto decine di scissioni sulle più svariate questioni ed è sopravvissuto alla fuoriuscita di personalità del calibro di Emilio Lussu che voleva la fusione con il Partito Socialista, figuriamoci se oggi ci si può preoccupare di chi - eletto grazie alle nostre liste senza mai essere diventato sardista - va via per proprio capriccio e perdipiù verso un'allegorica arca di Noè del Terzo Millennio. Buon Vento!».

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative