La Nuova Sardegna

Politica

Cgil: «Alessandra Todde ignora i sindacati» La presidente: «Li ho sempre coinvolti»


	La presidente della Regione Alessandra Todde
La presidente della Regione Alessandra Todde

Polemica dopo le dichiarazioni programmatiche lette in consiglio regionale

12 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «È decisamente preoccupante che nel testo diffuso dopo le dichiarazioni programmatiche rese in consiglio regionale dalla presidente Alessandra Todde non ci sia alcun riferimento al dialogo con tutte le parti sociali, neanche una parola sulle rappresentanze dei lavoratori che sembrano proprio non esistere, nemmeno quando la presidente affronta il capitolo Lavoro, nel quale cita invece la necessità di lavorare fianco a fianco - testuali parole - con la nostra classe imprenditoriale»: lo ha detto il segretario della Cgil Sardegna Fausto Durante esprimendo massimo disappunto.«C'è da chiedersi se sia una grave svista - aggiunge Durante - oppure sia un segnale definitivo a conferma della mancata risposta della presidente alla richiesta di incontro inviata già il 22 marzo scorso, 48 giorni fa, insieme a Cisl e Uil, rimasta a oggi senza riscontro di alcun tipo». Il sindacato apprende dal testo che sulle politiche sociali la presidente dice di voler coinvolgere il terzo settore e le comunità locali, nel capitolo conoscenza e cultura parla di una legge quadro su Istruzione e Formazione attraverso il confronto con le istituzioni scolastiche e lo Stato centrale. E ancora, nel capitolo sviluppo economico e sociale sostenibile, il ruolo cruciale è affidato a imprese e Regione, nel capitolo che riguarda il nuovo Sistema Sardegna si dice di voler rinnovare la pubblica amministrazione, con il forte coinvolgimento dei cittadini. «Quanto alla valorizzazione e incentivazione del personale sanitario e al miglioramento delle condizioni di lavoro non si capisce con chi lo si voglia discutere perché, anche qui, il sindacato non è mai citato». «Nel complesso, si tratta di un atteggiamento che desta meraviglia se si pensa all'esperienza ai tavoli di crisi al Ministero dello sviluppo economico nei quali, quando svolgeva incarichi di governo nazionale, la presidente si è confrontata con i sindacati riconoscendone il ruolo». Non si è fatta attendere la replica della presidente Todde: «Mi sorprendono le parole scritte nella nota della Cgil perché la proficua collaborazione con le organizzazioni sindacali ha segnato tutta la mia attività politica a partire dai miei ruoli di governo. Sono stata tra le prime a firmare i referendum promossi proprio dalla Cgil lo scorso 25 aprile e proprio ieri - su sollecitazione dei sindacati - ho incontrato la sottosegretaria al Mimit, Fausta Bergamotto per discutere delle vertenze aperte in Sardegna. Considero la mia relazione con tutte le parti sociali talmente assodata e chiara che non ho ritenuto necessario doverlo nuovamente sottolineare durante le mie dichiarazioni programmatiche».

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative