La Nuova Sardegna

Intervista

Dal Brasile e dal Nord Europa in Anglona: così Bulzi si salva dallo spopolamento

Dal Brasile e dal Nord Europa in Anglona: così Bulzi si salva dallo spopolamento

Con i suoi 452 abitanti (-18)è una di quelle poche comunità che, seppur con fatica, sta resistendo con ardore all’idea di estinguersi

13 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari In Anglona c’è un centro che nelle statistiche del Censimento dell’Istat si confonde a tanti altri piccoli paesi, quasi tutti con numeri in negativo nel saldo dei residenti tra il 2021 e il 2022. Quello che non si legge nei dati è che Bulzi, con i suoi 452 abitanti (-18), in realtà è una di quelle poche comunità che, seppur con fatica, sta resistendo con ardore all’idea di estinguersi.

Negli ultimi anni, le statistiche demografiche del paesino dell’Anglona potevano essere molto più nere se non fosse per una serie di arrivi imprevisti quanto ben accolti dalla comunità.

«Abbiamo tenuto grazie a un folto gruppo di ragazzi brasiliani che hanno deciso di venire a vivere qui – racconta il sindaco di Bulzi, Bernardo Obinu – oltre che a parecchie coppie sia italiane sia del nord Europa. Stiamo parlando una trentina di nuovi residenti che si sono integrati benissimo nella nostra comunità. Pochi giorni fa si sono aggiunte le residenze di altri 3 o 4 ragazzi».

In paese tutto questo ben di dio di nuova umanità, non c’è bisogno di dirlo, è stato accolto a braccia aperte. «Alcuni hanno cominciato a lavorare nei dintorni – riprende il primo cittadino –. Stiamo parlando di persone tranquille, di età compresa tra i 25 e i 50 anni, che cercavano un posto sereno. Chi per lavorare, chi per fare l’artista. Una coppia sta anche per avviare un agriturismo».

Il sindaco ha le idee chiare sul perché Bulzi sta conoscendo questa stagione di nuovi insediamenti: «La nostra ricetta fondamentale è tenere il paese tranquillo, la gente è ospitale e qualche servizio lo abbiamo. C’è l’ufficio postale, fra un po’ avremo anche il postamat e la fibra ottica sta arrivando. E poi siamo a 5 minuti dal mare, e anche questo aiuta». (s.sant.)
 

In Primo Piano
L’inchiesta

Truffa del “bonus facciate”, la Procura di Sassari chiede 53 rinvii a giudizio

di Nadia Cossu
Le nostre iniziative