La Nuova Sardegna

Cronaca

Sassari, tenta di uccidere un uomo col camion: lui arrestato, il 54enne è gravissimo in ospedale

di Gianni Bazzoni
Sassari, tenta di uccidere un uomo col camion: lui arrestato, il 54enne è gravissimo in ospedale

Un meccanico, Antonio Nieddu, sfonda un cancello e travolge un uomo, Giovanni Gaias, che ha fatto un volo di sette metri ed è ricoverato con prognosi riservata

26 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Ha fatto scendere la fidanzata, poi ha ingranato la marcia e alla guida del suo camioncino ha abbattuto il cancello di ingresso e travolto Giovanni Gaias, 54 anni di Sassari, che ora è ricoverato in condizioni gravissime nel reparto di rianimazione dell’ospedale “Santissima Annunziata”. La prognosi è riservata.

L’autore dell’assurdo gesto Antonio Nieddu, meccanico sassarese (di qualche anno più giovane della vittima), è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato con l’accusa di tentato omicidio e poi rimesso in libertà in attesa della direttissima che è prevista per la mattinata di oggi.

L’episodio si è verificato nella prima mattina di sabato, intorno alle 9,30. Antonio Nieddu avrebbe prima mandato un messaggio whatsapp a Giovanni Gaias di dubbia interpretazione: «Oggi la risolviamo una volta per sempre» che alla luce di quello che è accaduto poco più tardi assume un significato ben preciso.

Antonio Nieddu sarebbe arrivato in regione Zinziodda, nell’agro di Sassari, alla guida del suo camion, insieme a lui la fidanzata. Qui avrebbe cominciato a parlare dall’esterno della proprietà con Giovanni Gaias: i due si conoscono bene perché il meccanico avrebbe eseguito dei lavori per la manutenzione dei mezzi agricoli. E Nieddu all’inizio avrebbe rivendicato la restituzione di alcuni attrezzi che avrebbe lasciato in custodia a Gaias. Quest’ultimo avrebbe risposto che gli arnesi erano certamente lì ma che lui stava aspettando da tempo che il meccanico intervenisse per la riparazione di un trattore che ormai si era fatta urgente.

Quello che è successo dopo è ancora al vaglio degli inquirenti, ma da una prima ricostruzione pare che la discussione tra i due fosse ormai conclusa quando Antonio Nieddu si sarebbe messo alla guida del camion e - dopo avere fatto scendere la compagna - avrebbe accelerato puntando dritto contro il cancello di ingresso che è stato abbattuto. E Gaias che non si aspettava evidentemente un’azione del genere sarebbe stato sorpreso mentre camminava di spalle. Travolto dal camion e proiettato per circa sette metri.

L’uomo avrebbe perso conoscenza e a dare l’allarme è stata la sua compagna che ha chiesto l’intervento degli operatori del 118 e anche della polizia che sono arrivati poco dopo in località Zinziodda.

Antonio Nieddu è stato fermato dagli agenti e accompagnato negli uffici della questura, quindi arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le condizioni di Giovanni Gaias sono apparse subito molto gravi e l’uomo dopo le prime cure è stato trasferito al pronto soccorso di Sassari. Gravissime le lesioni riportate, tra cui un edema polmonare. Le sue condizioni sono state definite molto preoccupanti dai sanitari che si sono riservati la prognosi.

Sono in corso gli accertamenti degli investigatori per cercare di chiarire perché il confronto tra i due uomini è degenerato improvvisamente in una aggressione così violenta e con conseguenze gravissime per Giovanni Gaias. I suoi familiari hanno nominato l’avvocata Sabina Useli che sta seguendo gli sviluppi della vicenda a tutela del ferito e della famiglia. Antonio Nieddu che comparirà stamattina davanti al giudice del Tribunale di Sassari per difendersi dalla pesante accusa di tentato omicidio è invece difeso dall’avvocata Alessandra Delrio.

L’indagato dovrà spiegare al giudice che cosa è accaduto sabato mattina e anche il significato di quel messaggio telefonico inviato pochi minuti prima che farebbe pensare a una sorta di premeditazione.

Da parte di Gaias sono stati esclusi problemi con Nieddu, solo i continui rinvii e i ritardi nell’intervento per la riparazione del trattore. Oggi si potrebbe avere qualche elemento in più.


 

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative