La Nuova Sardegna

Manifestazione

Cagliari, oltre mille in piazza per dire no alla speculazione energetica

di Umberto Aime
Cagliari, oltre mille in piazza per dire no alla speculazione energetica

Il corteo si è poi fermato davanti alla sede del consiglio regionale

30 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Oltre mille in piazza da tutta la Sardegna per dire no alla speculazione delle multinazionali dell'energia. A Cagliari il lungo corteo è stato animato da decine di striscioni: "Il vento è nostro", "Non rubateci la terra", "Avete rotto le pile" e altri ancora più coloriti, come quello delle Donne per l'ambiente, che hanno tessuto un tappeto con la scritta "la disobbedienza è un dovere civile".

Da sottolineare anche la presenza di diverse donne in costume tradizionale, dietro allo striscione: "Siamo pronti a una nuova Pratobello", riferendosi alla rivolta del 1969 contro l'installazione di caserme e poligoni nell'altopiano di Orgosolo. Il corteo ha poi organizzato un happening sotto il Consiglio regionale.

Marco Pau, uno dei leader dei comitati spontanei, ha denunciato: «Le commissioni ambiente e attività produttive non ci hanno ancora convocato. Poi vogliamo capire a che gioco sta giocando la presidente Alessandra Todde. Prima punta sul disegno di legge, poi fa retromarcia e sostiene che conta di più la mappa delle aree idonee concordata con il ministero e a cui noi diciamo non sin da subito perché sarebbe una decisione calata dall'alta, senza sentire la gente».

In Primo Piano
L'appello

Gara di solidarietà a Macomer Tutti in fila per aiutare Antonio

di Simonetta Selloni
Le nostre iniziative