La Nuova Sardegna

Trasporti aerei

L’isola collegata con 170 voli: l’estate è già cominciata

di Andrea Sini
L’isola collegata con 170 voli: l’estate è già cominciata

Alghero resta la cenerentola con 22 tratte al giorno

03 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Oltre 170 voli in arrivo e altrettanti in partenza ogni giorno. La macchina sarà a pieno regime soltanto tra una decina di giorni, con l’aggiunta di un’ulteriore serie di collegamenti, ma nel frattempo in Sardegna la mappa dei collegamenti aerei lavora già in modalità estiva.

L’autostrada dei cieli Sogaer, che gestisce l’aeroporto di Cagliari, e la coppia Geasar-Sogeaal, sotto la quale è stata unificata la gestione degli scali di Olbia e Alghero, lo scorso mese di marzo avevano annunciato un programma “summer” bello denso e con l’inizio di giugno i conti sono presto fatti. Nella giornata di ieri – escludendo i voli privati – sono atterrati in Sardegna 172 aerei e altrettanti ne sono decollati. Entro metà giugno, con lo start degli ultimi collegamenti stagionali, il panorama sarà completo e il numero complessivo salirà ulteriormente.

Fertilia cenerentola Non è tutto oro quel che luccica, perché la distribuzione dei collegamenti è tutt’altro che uniforme. Sempre restando alla giornata di ieri, gli aeroporti di Elmas e Olbia hanno fatto registrare numeri simili, rispettivamente con 52 e 50 voli in partenza e altrettanti in arrivo. Molto distanziato il Riviera del Corallo, che si è fermato a quota 22.

Le destinazioni Prendendo in analisi i collegamenti attualmente attivi, emerge immediatamente la spiccata propensione ai collegamenti internazionali del Costa Smeralda: su 50 collegamenti, 24 sono infatti con città estere: da Zurigo ad Amsterdam, da Nizza a Berlino, da Basilea a Monaco di Baviera, sino a Charleroi e Parigi. Per quanto riguarda Cagliari, su 52 collegamenti 16 sono internazionali, 36 domestici, con una notevolissima varietà di destinazioni in tutte le zone dello Stivale: non solo Roma e Milano, ma anche Pisa, Venezia, Bari, Verona, Bologna, Napoli, Palermo, Trieste, Torino, Bologna, Cuneo e Perugia. Ad Alghero in questo momento i collegamenti internazionali sono appena 4 al giorno, pur tenendo presente che l’attivazione di varie rotte con cadenza bisettimanale o trisettimanale consente di ampliare la gamma delle scelte.

Ryanair regina Buona parte dei collegamenti da e per la Sardegna vengono operati dal vettore irlandese. Che va a incidere pesantemente sui volumi complessivi di traffico sia di Cagliari che di Alghero: dalla sua base di Elmas ci sono ora attive una trentina di rotte (circa il 60%), mentre da Fertilia la percentuale cresce ancora: 15 collegamenti, che equivalgono a circa il 75% del totale dei voli. Molto più varia la presenza di vettori al Costa Smeralda, con 6-7 rotte al giorno operate da Ryanair e le altre distribuite tra diverse altre compagnie. Ad esempio Volotea, Aeroitalia, Transavia, Easyjet, Lufthansa, Klm, British Airways ed Eurowings.

La continuità Attualmente i collegamenti in regime di continuità dai tre scali sardi per Fiumicino e Linate fanno riferimento a bando della giunta Solinas. Nelle scorse settimane la giunta Todde ha pubblicato i nuovi bandi, con scadenza il 27 giugno e operatività da ottobre per un anno (anziché 18 mesi). Sul piatto sono stati messi circa 26,5 milioni (iva compresa), dunque meno dei 48,8 per 18 mesi del precedente bando. Le gare sono spacchettate nelle sei rotte, mentre da più parti (per esempio la Cgil) si reclama un bando unico per proteggere lo scalo più debole, quello di Alghero.
 

In Primo Piano
Il racconto

Fiamme tra Riola Sardo e San Vero Milis: a fuoco terreni da pascolo e macchia mediterranea

di Enrico Carta

Energia

Impianti fotovoltaici in Sardegna: varata la norma che stabilisce i limiti nelle installazioni per i prossimi 18 mesi

Le nostre iniziative