La Nuova Sardegna

L’indagine

Vacanza in Sardegna sempre più salata, isola prima in Italia per maggiori rincari

di Serena Lullia
Vacanza in Sardegna sempre più salata, isola prima in Italia per maggiori rincari

Secondo l’indagine di Assoutenti e Centro formazione ricerca, sui consumi incidono gli aumenti su navi, aerei e ristoranti rispetto all’estate 2023

09 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





 Sassari Il mare sardo è sempre più salato. La vacanza 2024 metterà a dura prova il portafoglio dei turisti. Secondo un’indagine di Assoutenti e Centro di formazione e ricerca sui consumi, l’isola è la regione italiana che registra i maggiori aumenti percentuali nel settore turistico rispetto all’anno scorso. Come riferimento è stata presa la settimana di ferragosto, dal 10 al 17 agosto.

Una famiglia con due bambini, prenotando oggi una struttura ricettiva a tre stelle o categoria equiparata (pasti esclusi) spenderebbe 2.600 euro a Baja Sardinia. Scegliendo la località del lusso per eccellenza, Porto Cervo, il conto sale a 3500 euro. L’indagine mette a confronto i due centri del turismo del nord Sardegna con Amalfi, in cui la stessa vacanza costerebbe 2.200 euro, sopra i 2mila euro anche a Marina di Pietrasanta. Più economiche Rapallo (909 euro), e Grado (967 euro).

Se si confrontano le tariffe per il mese di agosto disponibili sui siti specializzati in comparazione alberghiere con i risultati proposti dagli stessi siti a giugno 2023 (e sempre riferiti al mese di agosto), si scopre che la spesa minima per le 37 località di mare monitorate sale in media del +19,6%, considerando solo la migliore offerta presente sulle piattaforme. La Sardegna è la regione che, sulla base di questi , mostra gli incrementi percentuali più pesanti su base annua, seguita da Senigallia, Milano Marittima e Anzio.

La nota più dolente arriva, ma non è proprio una novità, dal costo dei trasporti. Un volo di andata e ritorno per una famiglia con due bambini, partenza il 10 agosto e ritorno il 17, costa oggi 924 euro sulla tratta Roma-Olbia, segnando un aumento del 15,5% rispetto allo stesso periodo nel 2023. Il volo Milano-Cagliari arriva a 770 euro, con un incremento del 5,6%, mentre la tratta Roma-Cagliari sale a 686 euro, con un rincaro del 19,7%. La stessa famiglia scegliendo invece di raggiungere la Sardegna in nave spenderebbe per un biglietto andata e ritorno 1.274 euro sulla Genova-Porto Torres (+1,8% sul 2023), 1.094 euro per la Livorno-Olbia (+6,2%), 823 euro sulla Civitavecchia- Porto Torres (+10,2%). In calo del 7,4% le tariffe per il collegamento Civitavecchia-Olbia. Più sale sui conti anche a tavola e sotto l’ombrellone con un aumento medio stimato del 5%.

« Considerando tutte le voci di spesa che compongono una vacanza, quest’anno andare in ferie costerà in media tra il 15% e il +20% rispetto al 2023: afferma il presidente del comitato scientifico Crc Furio Truzzi –. Le tariffe appaiono fuori controllo anche come conseguenza della ripresa del turismo, dopo lo stop imposto dal Covid, e delle presenze record di stranieri nelle località della penisola registrate nell’ultimo anno».

In Primo Piano
L’emergenza

Campagne invase dai cinghiali: agricoltori sul piede di guerra

di Salvatore Santoni

Video

Viaggio nel laboratorio artigiano algherese delle tavole da surf richieste in tutto il mondo

Le nostre iniziative