Stadio Is Arenas, dirigente del Comune di Quartu resta in cella

Resta in cella il dirigente comunale Andreas Masala, accusato di falso e tentato peculato per la vicenda dello stadio di Is Arenas. Il tribunale del riesame ha rigettato la richiesta di scarcerazione...

Trascorrerà il Natale in carcere Andrea Masala, il dirigente del comune di Quartu (Cagliari) arrestato il 29 novembre scorse con le accuse di falso e tentato peculato nell’ambito dell’inchiesta su Is Arenas, lo stadio realizzato dal Cagliari Calcio a Quartu. Oggi il tribunale del Riesame di Cagliari, presieduto da Massimo Poddighe, ha rigettato la richiesta di scarcerazione avanzata dai suoi difensori Alessandro Dedoni e Cesare Rombi, così come aveva fatto il gip Giampaolo Casula. «Ci sembra una decisione profondamente ingiusta», ha commentato l’avvocato Dedoni annunciando il ricorso in Cassazione. Masala era stato arrestato dalla guardia forestale assieme al dirigente dei Lavori pubblici Pierpaolo Gessa - al quale di recente sono stati concessi i domiciliari - e all’impresario Antonio Grussu da subito ai domiciliari. Stando all’inchiesta del pm Enrico Lussu, i soldi pubblici destinati al Pia, piano integrato d’area, sarebbero stati dirottati sull’impianto sportivo che invece doveva essere tutto a carico della società di Massimo Cellino.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes