Sequestrata una lottizzazione abusiva

Blitz della Forestale a Serra Li Lioni: sigilli a otto comparti. Inchiesta della Procura della Repubblica

SASSARI. Una lottizzazione abusiva è stata sequestrata, ieri pomeriggio, dagli agenti della stazione forestale in località “Serra di Lioni”. Si tratta di un’area di oltre un ettaro frazionata in otto lotti, tutti recintati (tra mille duemila metri) e dove erano già state realizzate anche delle strutture abitative. Undici le persone indagate (tutti i proprietari). La lottizzazione ricade in zona E (considerata agricola e dove non è possibile edificare) del comune di Sassari. L’attività era cominciata nel 2008 e, a conclusione delle indagini, agli inizi di giugno, il Corpo forestale aveva eseguito un sequestro di iniziativa che, ora, è stato convalidato dal gip Maria Teresa Lupinu, su richiesta del pm Carlo Scalas.

L’ipotesi di reato contestato è quella di lottizzazione abusiva, con il concorso di reato previsto dal 110 del Codice penale. Diverse le valutazioni eseguite dagli investigatori, che hanno rilevato come in otto lotti erano già state realizzate unità abitative di varia tipologia. In un caso, invece, è stata ampliata una costruzione già esistente.

Già da tempo il Corpo forestale ha intensificato i controlli nell’agro, dove sono state evidenziate situazioni in contrasto con le norme urbanistiche.

La lottizzazione di “Serra di Lioni” - secondo i primi riscontri investigativi - era cominciata circa cinque anni fa, con il frazionamento di oltre un ettaro di terreno in otto lotti e la cessione agli acquirenti, alla fine gli indagati sono diventati 11. Situazioni come quella di “Serra di Lioni” sono piuttosto frequenti nelle zone dell’agro - non solo a Sassari - dove le aree agricole vengono frazionate in più lotti dove sorgono unità abitative.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes