Auto contro bar: cinque feriti, bimbo di tre anni in Rianimazione

Drammatico incidente nella tarda serata a Sassari, una Clio guidata da un meccanico 25enne ha travolto un gruppo di persone in corso Vico. Grida e insulti al pronto soccorso tra i famigliari dei feriti e l'investitore - FOTO - VIDEO

SASSARI Un bambino di tre anni è ricoverato in Rianimazione in gravi condizioni dopo un terribile incidente stradale nel quale sono rimasti feriti anche il fratellino di nove anni, la donna che era con loro e altre due persone tra le quali il conducente dell’auto che li ha investiti.

È successo nella tarda serata di ieri in Corso Vico e la dinamica dell’incidente non è ancora del tutto chiara. Poco prima delle 23 davanti al Bel Bar è arrivata a tutta velocità una Renault Clio condotta da un meccanico sassarese di 25 anni. L’uomo ha perso il controllo della utilitaria che è finita così sul piccolo gruppo di persone.

Dalle prime notizie trapelate nella concitazione dei momenti che sono seguiti all’impatto pare che l’uomo fosse diretto proprio in corso Vico e che avesse appuntamento con la donna che lo stava aspettando nei pressi del bar. Sembra che l’auto procedesse a velocità sostenuta quando, proveniente dalla stazione ferroviaria, un’altra auto ha costretto il meccanico a sterzare improvvisamente.

La Clio ha sbandato ed è finita così contro il bar, travolgendo la giovane e due bambini che giocavano per strada, ma anche un’altra persona che si trovava nei pressi del locale. Nel breve tragitto percorso dalla Clio non c’erano auto parcheggiate e la vettura non ha quindi incontrato alcun ostacolo che fermasse la sua corsa. L’impatto è stato devastante.

Dopo avere travolto tutte le persone che sostavano davanti al bar in corso Vico l’utilitaria è finita contro la vetrina del locale, mandandola in frantumi.

La scena che si è presentata ai primi soccorritori è stata tremenda: i bambini urlavano per il dolore e la paura e il conducente dell’auto, resosi conto dell’accaduto, si è catapultato fuori dall’abitacolo nel tentativo di soccorrere i feriti. Ci sono state scene di disperazione e la gente, per cercare di dare aiuto, si è addossata intorno ai feriti urlando e creando ulteriore confusione.

Nel giro di pochi minuti, in corso Vico sono arrivate due ambulanze del 118 e due pattuglie della polizia municipale che hanno fatto fatica per riportare un po’ di calma. Il personale sanitario si è immediatamente reso conto della gravità delle condizioni del più piccolo dei feriti. Il bambino si è trovato sulla traiettoria diretta del veicolo ed è stato perciò travolto in pieno.

Il piccolo è stato trasportato a tutta velocità al pronto soccorso dell’ospedale Santissima Annunziata dove i medici hanno deciso di trasferirlo in Rianimazione. Ha una gamba rotta e ferite in tutto il corpo. La prognosi è riservata. Meno gravi, ma ugualmente preoccupanti, le condizioni del fratellino di nove anni. Anche lui è stato portato in ospedale e adesso è ricoverato.

Le ambulanze hanno caricato la ragazza e un’altra persona. Mano a mano che i feriti arrivavano in ospedale, la sala d’aspetto del pronto soccorso del Civile si è riempita di gente. Insieme alle ambulanze sono arrivati i familiari dei feriti e, pochi minuti dopo, anche il conducente della Clio.

Alla vista dell’investitore, un parente dei bambini feriti è andato in escandescenze. Sono volate parole grosse e si è temuta la rissa, ma è intervenuto il personale della vigilanza per evitare che la situazione degenerasse.

L’uomo è stato portato nell’ambulatorio, non solo per salvaguardare la sua incolumità. Il meccanico sassarese è infatti rimasto ferito nell’impatto, ma all’inizio aveva rifiutato il ricovero. Poi però è corso in ospedale, probabilmente per verificare di persona le condizioni delle persone coinvolte nell’incidente.

Il giovane è stato sottoposto ad alcoltest dalla polizia municipale. Non si conosce il risultato della verifica. Quel che è certo è che il venticinquenne era agitatissimo e in preda all’angoscia.

Chi lo ha visto in corso Vico subito dopo la partenza delle ambulanze dice che ha preso a calci la sua auto e che poi si è allontanato urlando frasi sconnesse. La dinamica dell’incidente sarà più chiara questa mattina quando la polizia municipale, che ieri si è trattenuta a lungo in corso Vico, avrà completato la ricostruzione dei fatti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

WsStaticBoxes WsStaticBoxes