La Nuova Sardegna

Sassari

uri

Taglio del nastro per l’ecocentro comunale

Taglio del nastro per l’ecocentro comunale

Il sindaco: «Così agevoleremo la differenziata e combatteremo le discariche abusive»

26 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





URI. E’ stato inaugurato il nuovo e funzionale Ecocentro comunale, situato alla periferia del paese, nella zona a ridosso dell’ex mattatoio. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco Uccio Galzerano, don Salvatore Arca che ha benedetto la struttura, i componenti il consiglio comunale, la Protezione Civile di Uri e la Compagnia Barracellare. Dopo il taglio del nastro, il sindaco ha sottolineato l’importanza di questa nuova struttura che permette ai cittadini di usufruire di un servizio «che va a soddisfare delle esigenze prioritarie agevolando la raccolta differenziata e riducendo quindi l‘inquinamento delle campagne». Questo ci permette di risolvere situazioni di difficoltà da parte dei cittadini, in mancanza di discarica”.

L’opera è stata realizzata in due tranche: la prima è costata 127mila euro, la seconda ulteriori 104mila. «Come amministrazione comunale ci ripromettiamo di migliorare la percentuale di raccolta differenziata e soprattutto speriamo di rendere le campagne più pulite e più vivibili – ha sottolineato il sindaco Galzerano –. Il nuovo Ecocentro non va a vantaggio dei soli cittadini di Uri, ma agevola soprattutto le operazioni di raccolta da parte della società responsabile preposta al servizio porta a porta».

Il servizio di conferimento nel nuovo Ecocentro è disponibile dal lunedì al sabato dalle 14 fino alle 18. E’ possibile conferire rifiuti opportunamente differenziati, quali, rifiuti biodegradabili di cucine e mense, imballaggi di vetro, ingombranti, metallo, apparecchiature refrigeranti, grandi bianchi, televisori, monitor di computer, apparecchiature illuminati e altro. Va precisato che il conferimento dei rifiuti presso l’Ecocentro non sostituisce la raccolta porta a porta quindi, i rifiuti per i quali è prevista la raccolta domiciliare non devono essere portati al centro di raccolta se non in casi eccezionali. Rimane comunque sempre attivo il servizio smaltimento ingombranti con ritiro gratuito a domicilio telefonando al numero verde 800555122. Si ricorda inoltre che è vietato lasciare rifiuti all’esterno del centro di raccolta. «Siamo felici – ha detto l’assessore ai lavori pubblici Renzo Petretto – di aver dotato il nostro paese di quest’opera utile ai cittadini e di conseguenza contribuirà a tenere pulito il paese».

Franco Cuccuru

Elezioni regionali 2024
I sardi alle urne

La Sardegna va a votare: seggi aperti dalle 6,30 alle 22

Le nostre iniziative