La Nuova Sardegna

Sassari

solidarietÀ

Doni e sorrisi ai piccoli di Herat

 Doni e sorrisi ai piccoli di Herat

L’Itc Dessì ha inviato materiale didattico all’orfanotrofio femminile

28 luglio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. “Un colore per l’Afghanistan” – progetto ideato dall’istituto superiore Dessì-La Marmora di via Monte Grappa – è sicuramente riuscito nel suo intento: regalare un sorriso «a bambini meno fortunati dei nostri», aveva spiegato la dirigenza dell’istituto.

Durante una cerimonia tutto il materiale raccolto dagli studenti della scuola è stato donato alle bambine e alle maestre dell’orfanotrofio femminile di Herat, in Afghanistan. Quando le donne in divisa mimetica della Brigata Sassari hanno aperto gli scatoloni e hanno distribuito pennarelli, quaderni, libri, colori, sul volto dei piccoli – che alla loro tenera età hanno purtroppo già conosciuto l’orrore della guerra – è spuntato un sorriso. Sono stati momenti particolarmente toccanti.

Il generale Manlio Scopigno ha inviato una lettera alla scuola nel quale ha ringraziato e raccontato le emozioni vissute durante la cerimonia di consegna del materiale. «Un momento semplice – così ha scritto il generale – ma di intensa partecipazione emotiva durante il quale è stato sottolineato come gli studenti dell’istituto Dessì abbiano voluto dimostrare con questo gesto di essere vicino alla popolazione locale e aiutarne la parte più debole, i bambini appunto».

Scopigno ha anche allegato alla sua lettera di ringraziamento alcune foto della cerimonia e ha concluso con l’augurio «che queste splendide iniziative umanitarie possano continuare anche in futuro».

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative