La Nuova Sardegna

Sassari

Fidas on the road

Donazioni di sangue e solidarietà

Donazioni di sangue e solidarietà

In città la tappa finale della manifestazione di sensibilizzazione

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





OZIERI. E’ stato un grande successo il tour sardo dell’evento “Fidas on the Road. La Solidarietà si fa Strada”, che nell’isola ha toccato il Logudoro con due tappe a Ozieri e Mores. Le manifestazioni di sensibilizzazione si sono svolte a Ozieri in piazza Carlo Alberto, con il concerto dei gruppi musicali Lymantria e Agua, e a Mores nel convento dei Frati Cappuccini con il coro Lachesos di Mores, il Coro di Tzaramonte, la Schola Cantorum Santa Sabina di Pattada e i Cantori del Logudoro di Ozieri. In entrambe le tappe tra un’esibizione e la successiva sono state illustrate le attività della Fidas nel territorio a cura del presidente della Fidas Ozieri Giuseppe Zintu e del responsabile della comunicazione Fidas Cristiano Lena. Si è parlato di informazione sulla donazione, prevenzione e fidelizzazione anche con il supporto delle immagini trasmesse in tempo reale attraverso il sito ufficiale www.fidas.it e i social network (Facebook e Youtube) grazie alla collaborazione di Chiara e Iolanda, due studentesse della Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’Università Salesiana di Roma.

La giornata finale, svoltasi anch’essa a Ozieri, è stata infine dedicata alla distribuzione del materiale informativo per le piazze e vie cittadine: anch’esso evento inserito nell’ambito della programmazione della rassegna Estiamo in piazza patrocinata dall’assessorato comunale Cultura e Spettacolo con l’istituzione San Michele. «Ora il compito più importante - commenta il presidente della Fidas Ozieri Giuseppe Zintu - spetta ai donatori, che invitiamo, prima di partire per le meritate ferie, a recarsi presso il Centro Trasfusionale dell’ospedale di Ozieri per compiere il nobile gesto della donazione che salva delle vite. Lì troveranno del personale qualificato pronto ad accoglierli con cortesia e con un sorriso. Al termine di questa bella manifestazione - conclude – desideriamo ringraziare tutte le persone che si sono impegnate nel collaborare alle serate e tutti i partecipanti ,dai gruppi musicali alle corali, e i frati cappuccini per la disponibilità all’ospitarci nel convento». Il tour di “Fidas on the Road” - percorso compiuto con due camper, partiti il 4 luglio da Caldiero, per le strade di tutta l’ Italia, uno verso la costa adriatica e l’altro in quella tirrenica - si è concluso domenica 27 luglio a Reggio Calabria con la “Traversata della Solidarietà”: una staffetta a nuoto nello stretto di Messina da parte dei donatori della Fidas provenienti da tutte le regioni. Circa 6mila chilometri percorsi per testimoniare ancora una volta l’importanza della donazione nel sangue in un periodo estivo che fa registrare un calo delle donazioni ma un fabbisogno sempre costante. (b.m.)

La crisi

Agriturismi, il lento declino: ogni anno sempre meno mentre in Italia crescono

di Salvatore Santoni
Le nostre iniziative