La Nuova Sardegna

Sassari

Stintino, Isola in vetrina tra cultura e tradizioni

Stintino, Isola in vetrina tra cultura e tradizioni

La manifestazione prende il via domani sul lungomare Colombo e al porto Minori Prodotti tipici e artigianato artistico negli stand e poi musica e sfilata di moda

28 agosto 2014
3 MINUTI DI LETTURA





STINTINO. Il week end di fine agosto a Stintino sarà anche quest'anno per "L'isola in vetrina". Dal 29 al 3, sul lungomare Cristoforo Colombo e sulle banchine del porto Minori, ritorna l'appuntamento annuale con la grande kermesse turistica regionale che ogni estate richiama un grande pubblico. Prodotti enogastronomici, dell'artigianato artistico, quindi degustazione di piatti e prodotti tipici della cucina isolana, ancora musica e una sfilata di moda saranno gli ingredienti dell'evento che, in questi anni, è diventato un appuntamento fisso e immancabile del fine estate stintinese.

L’ evento turistico è organizzato come sempre dal Comune, con il supporto dell’assessorato regionale al Turismo, dall'associazione culturale Limes, con la collaborazione della Pro loco di Stintino e della Camera di commercio del Nord Sardegna.

Gli stand espositivi si apriranno il 29 agosto alle 19,30 e nell'area banchina del porto Minori si darà il via anche alle degustazioni. I visitatori potranno scegliere ben tre tipi di menu: da quello a base di pesce che prevede insalata di mare, polpo, rana pescatrice, quindi quello a base di carne con l'arrosto di porcetto e di vitello allo spiedo e, infine, quello con le specialità isolane che prevede, tra le varie portate, carciofi, fregula e seadas. Alle 21,30, nell'area della darsena, spazio alla musica:è in programma il concerto dei Sikitikis.

Sul lungomare Colombo quindi per tre giorni sarà una Sardegna da vedere, sentire e gustare con gli stand dei libri sardi, dell'artigianato e del sughero di Cagliari, con i prodotti dell'artigianato di Pintus, dei salumi di Belvì. E ancora tra gli stand i prodotti tipici di Bella Sardegna, la panefratteria Li Lioni, le seadas di Usini, le specialità di pesce della Terrazza di Stintino e le specialità della carne da La Corte, il vino dell'Enoteca di Sassari, la bottarga di Cabras, i liquori Collu di Decimomannu e i dolci della pasticceria Soddu di Decimoputzu.

«Si tratta di un appuntamento fisso ormai tradizionale e irrinunciabile dell'estate stintinese, ambientato nella scenografica cornice del Porto Vecchio – afferma l'assessore al Turismo Angelo Schiaffino –. Per chi verrà a trovarci sarà un'occasione importante per calarsi nelle eccellenze sarde, soddisfacendo tutti e cinque i sensi».

In evidenza la lavorazione del torrone, del croccante e della Carapigna di Aritzo che, da diversi anni a questa parte, incantano i numerosi visitatori che prima di gustarli si fermano per osservarne le modalità di preparazione. Confermata la presenza degli stand informativi del Comune e della Pro loco stintinese che saranno a disposizione dei turisti i quali, quest'anno, potranno fare affidamento anche su un punto informativo del Parco dell'Asinara. Tra i Comuni presenti anche quello di Porto Torres. Sarà presente anche la Pro loco di Villasor.

Il 30 agosto (apertura stand sempre alle 19,30), sul palco della darsena alle ore 21,30 saliranno insegnanti e allievi della Stintino Music school, quindi il coro Boghes de Gaudiu 'onu di Gadoni con le maschere Maimoni e Grastula. La serata sarà presentata da Stefano di Franco.

Nella giornata conclusiva del 31 agosto (apertura stand sempre alle 19,30), al palco della darsena appuntamento fashion con Meringa bit, la sfilata vintage e di tecnologie digitali applicate alla moda che sarà l'occasione per presentare e nuove collezioni delle stiliste Mary Emme e Antonella Fini. La serata, che sarà presentata da Alberto Cocco, è organizzata da Dahda e piccoli affari, in collaborazione con Fablab Sassari. Dalle 23, invece, "L'isola in vetrina" saluterà con uno spettacolo di musica pop e rock.

In Primo Piano
L’intervista

L’assessore regionale Franco Cuccureddu: «Possiamo vivere di turismo e senza abbassare i prezzi, inutile puntare solo su presenze e grossi numeri»

di Luigi Soriga
Le nostre iniziative