La Nuova Sardegna

Sassari

Lo scenario del Cuga accoglie il palio dell’Anglo Arabo

Lo scenario del Cuga accoglie il palio dell’Anglo Arabo

A Uri la manifestazione dell’associazione ippica locale Corsa di cavalli e calendario di eventi con i “botti” finali

29 agosto 2014
3 MINUTI DI LETTURA





URI. Dopo il successo della prima edizione, l'Associazione ippica urese, bissa, organizzando la seconda edizione del Palio di valorizzazione dell'Anglo Arabo nello scenario incantevole del bacino del Cuga a Uri.

Il palio si svolgerà domani davanti al bacino del Cuga a pochi chilometri da Alghero e vicino ai paesi che gravitano intorno a Uri.

Il sodalizio, fondato da Felice Dore e Gianluca Murru si arricchisce di nuovi soci e collaboratori, che con entusiasmo, vista la passione comune per il mezzosangue, hanno deciso di offrire un contributo alla valorizzazione e salvaguardia del cavallo, nobile animale che in Sardegna rappresenta l'emblema di un popolo.

«La crisi ha messo in ginocchio l'intero settore ippico - afferma il presidente Felice Dore - con un crollo verticale dell'allevamento e quindi un calo nel numero di nuovi soggetti nati e il depauperamento di genealogie che hanno fatto la storia dell'ippica sarda».

Con l'idea di creare un palio da far svolgere in uno spettacolare angolo di acqua e natura, «abbiamo pensato di creare un evento per Uri e tutto il circondario che gravita intorno ad Alghero - dice Dore -. Le rive del Cuga sono una splendida cornice alla pista, creata con non poche difficoltà e parecchio lavoro, che comunque sono state ripagate dal brillante successo della prima edizione. Poi, non meno importante, la decisione di dar spazio agli Anglo Arabi, che rappresentano un patrimonio da tutelare per tutta l'isola».

La Società Ippica di Uri è parte integrante della Associazione regionale, che si è costituita quest'anno, che ha riunito nove società ippiche della Sardegna, con l'ideazione di un circuito e l'organizzazione di altrettanti palii riservati esclusivamente ai mezzosangue. Quella del 2014 si preannuncia come una edizione speciale con una serie di attività ricreative legate all'evento.

Le corse inizieranno intorno alle 17 ma la festa avrà inizio già dal mattino. Con l'intento di rendere piacevole la giornata a grandi e bambini, in collaborazione con la Ludoteca di Uri, dalle 10 sono previsti giochi per bambini e attività didattiche, con il loro coinvolgimento diretto alle attività. A partire da mezzogiorno spazio alla gastronomia, con degustazioni dei prodotti tipici locali e in particolare piatti di carne di asinello, pecora e diversi altri piatti tipici.

Dalle 16 lo spettacolo offerto dai piccoli cavalieri del Giara Club Oristano, che in sella ai cavallini della Giara si esibiranno in spericolate pariglie e con la dimostrazione della corsa alla stella a riprendere la tradizione della Sartiglia di Oristano. I giovani cavalieri saranno accompagnati nelle loro esibizioni da tamburini e trombettierti di Oristano. Intorno alle 17 si partirà con le batterie della seconda edizione del Palio, fino ad arrivare all'attesa finale che sarà il momento più atteso da tutti gli appassionati.

Al termine delle corse, via ai festeggiamenti a suggellare una giornata di festa con la riapertura delle cucine e le varie degustazioni dei prodotti tipici locali. Gli ospiti avranno poi la possibilità di godersi, sotto le stelle del Cuga, lo spettacolo pirotecnico, con i fuochi d'artificio del programma della Società Ippica di Uri. Vista la vicinanza con l'importante evento che si terrà all'ippodromo di Chilivani domenica 31 agosto, con la partecipazione dei migliori fantini italiani di origine sarda che montano anche all'estero, quasi certamente alcuni di loro saranno ospiti della manifestazione.

In Primo Piano
Il funerale

«Il nostro Stefano torna a casa»: all’ippodromo di Sassari la camera ardente per il giovane fantino

Le nostre iniziative